Gesù, il Messia
Gesù, il Messia

Gesù, il Messia

Gesù il Messia

Al momento opportuno, Dio ha suscitato il suo servo Gesù (Yeshua) per allontanare il popolo dalla sua malvagità, (Atti 3:26), come disse Mosè: "Il Signore tuo Dio susciterà per te dal tuo popolo un profeta come me . Devi ascoltare qualunque cosa ti dica. E avverrà che ogni anima che non ascolterà quel profeta sarà distrutta dal popolo”. (Atti 3:22-23) Egli è l'eletto di Dio, il figlio al quale Dio ci comanda di ascoltare. (Luca 9:35) È venuto ad aprire i nostri occhi, affinché possiamo passare dalle tenebre alla luce e dal potere di Satana a Dio, affinché possiamo ricevere il perdono dei peccati e un posto tra coloro che sono santificati dalla fede in lui . (Atti 26:18) E comandò ai suoi testimoni di predicare al popolo e di attestare che egli è colui che Dio ha nominato giudice dei vivi e dei morti. (Atti 10:42)

Gesù non ha fatto nulla di propria iniziativa, ma ha fatto quelle cose come gli ha insegnato il Padre, dicendo: "Io non cerco la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato" (Giovanni 5:30). Essendo l'uomo che il Padre ha santificato e mandato nel mondo, non ha bestemmiato per dire che era uno con il Padre. (Giovanni 10:35-36) E ha compiuto l'opera che il Padre gli ha dato da fare. (Giovanni 17:4) Allo stesso modo dobbiamo essere uno con Dio, perfetti nell'unità, proprio come Cristo era uno con il Padre e non di questo mondo. (Giovanni 17:22-23)

Gesù è quest'uomo attestato da Dio con opere potenti, prodigi e segni che Dio ha fatto per mezzo di lui. (At 2) Poiché Dio unse di Spirito Santo e di potenza Gesù di Nazaret, il quale andava in giro beneficando e guarendo tutti quelli che erano oppressi dal diavolo, perché Dio era con lui. (Atti 22:10) Fu messo a morte, ma Dio lo risuscitò il terzo giorno e gli permise di apparire. (Atti 38:2) Essendo stato consegnato secondo il disegno preciso e la prescienza di Dio, (Atti 32:2) ora è esaltato alla destra di Dio (Atti 23:2), pertanto il Padre lo ha costituito Signore e Cristo . (Atti 33:2) Il cielo lo ha ricevuto fino al periodo della restaurazione di tutte le cose di cui Dio ha parlato per bocca dei suoi santi profeti dai tempi antichi. (Atti 36:3)

Questa è la vita eterna, che possiamo conoscere l'unico vero Dio, e colui che ha mandato, Cristo Gesù. (Giovanni 17:3) Il Figlio dell'uomo è stato innalzato, affinché chiunque crede in lui abbia la vita eterna. Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unico figlio, affinché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna. (Giovanni 3:14-16) Egli è la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di lui. (Giovanni 14:6) E non c'è altro nome sotto il cielo dato fra gli uomini per mezzo del quale possiamo essere salvati. (Atti 4:12) Sul Figlio dell'uomo Dio ha posto il suo sigillo. (Giovanni 6:27) A lui tutti i profeti attestano che chiunque crede in lui riceve il perdono dei peccati. (Atti 10:43)

Dio nostro salvatore, desidera che tutte le persone siano salvate e giungano alla conoscenza della verità. Perché c'è un solo Dio, e c'è un solo mediatore tra Dio e gli uomini, l'uomo Cristo Gesù, che ha dato se stesso in riscatto per tutti. (1 Timoteo 2:4-6) In quanto un mediatore coinvolge più di una parte, e mentre Dio è uno, (Galati 3:20) Cristo non si esaltò per essere nominato sommo sacerdote, ma fu nominato da colui che disse a lui: "Tu sei mio figlio, oggi ti ho generato". (Ebrei 5:5) Poiché ogni sommo sacerdote scelto tra gli uomini è nominato per agire a favore degli uomini in relazione a Dio, per offrire doni e sacrifici per i peccati. (Ebrei 5:1) Gesù, il mediatore di un nuovo patto, ci ha liberati dai nostri peccati mediante il suo stesso sangue. (Apocalisse 1:5)

Come vive il Padre, Gesù vive per il Padre, così che colui che viene a lui vivrà e sarà risuscitato nell'ultimo giorno. (Giovanni 6:57) L'ora viene in cui i morti udranno la voce del figlio di Dio, e quelli che l'ascoltano vivranno. (Giovanni 5:25) Come Dio dà la vita ai morti e chiama all'esistenza le cose che non esistono, quindi ha concesso anche al figlio di avere la vita in sé per portare con sé coloro che si sono addormentati. (Giovanni 5:26) Il Padre ha dato a suo figlio l'autorità su ogni carne, per dare la vita eterna. (Giovanni 17:2) E gli è stata data l'autorità di eseguire il giudizio, perché è il Figlio dell'uomo. (Giovanni 5:27)

Il primo uomo, Adamo, divenne un'anima vivente. L'ultimo Adamo divenne uno spirito vivificante. (1 Corinzi 15:45) Per mezzo di un solo uomo il peccato è entrato nel mondo e per mezzo del peccato la morte, così la morte si è estesa a tutti, anche su coloro che non avevano peccato a somiglianza dell'offesa di Adamo, che era un tipo di colui che doveva venire. (Romani 5:12-14) Come per la disubbidienza di un solo uomo i molti furono resi peccatori, così per l'obbedienza dell'uno i molti saranno resi giusti. (Romani 5:19) Poiché per mezzo di un uomo venne la morte, per mezzo di un uomo venne anche la risurrezione dei morti. Perché come tutti muoiono in Adamo, così anche in Cristo tutti saranno vivificati. (1 Corinti 15:21-22) Al tempo fissato i morti in Cristo saranno risuscitati imperituri; i mortali rivestiranno l'immortalità. (1 Corinzi 15:53-54) Proprio come abbiamo portato l'immagine dell'uomo della polvere, porteremo anche l'immagine dell'uomo del cielo. (1 Corinzi 15:49)

I cieli esistevano molto tempo fa e la terra era formata dalla parola di Dio. (2 Pietro 3:5) Fin dalla fondazione del mondo, la ragione era presso il Padre e tutte le cose sono state fatte per mezzo di essa. (Giovanni 1:1-3) Nella pienezza dei tempi, mediante la Parola di Dio, la vita si è manifestata, e questa vita è stata la luce dell'uomo. (Giovanni 1:4) Secondo il proposito eterno che Dio ha realizzato in Cristo Gesù nostro Signore, noi proclamiamo il disegno del mistero nascosto da secoli in Dio che ha creato tutte le cose, come disegno per la pienezza dei tempi per unire tutte le cose a se stesso. (Efesini 1:9-10) Per mezzo della Parola divina, i cieli e la terra che esistono ora sono conservati per il fuoco, essendo custoditi fino al giorno del giudizio e della distruzione degli empi. Il Signore è paziente nell'adempiere la sua promessa, non desiderando che alcuno perisca, ma che tutti giungano al pentimento. (2 Pietro 3:7-9)

La testimonianza di Gesù è spirito di profezia. (Apocalisse 19:10) Colui che è chiamato fedele e veritiero, con giustizia giudicherà e farà guerra. (Apocalisse 19:11) Il nome con cui è chiamato è la Parola di Dio e gli eserciti del cielo lo seguiranno. Dalla sua bocca uscirà una spada affilata con cui abbatterà le nazioni, ed egli le dominerà. calpesterà il torchio della furia dell'ira di Dio l'Onnipotente. (Rivelazione 19:13-15) Deve regnare finché non abbia posto tutti i suoi nemici sotto i suoi piedi; compresa la morte stessa. (1 Corinzi 15:25-26) Poi viene la fine, quando consegna il regno a Dio Padre dopo aver distrutto ogni regola e ogni autorità e potenza. (1 Corinti 15:24) Infine, quando tutte le cose saranno sottomesse a lui, allora anche il Figlio stesso sarà sottomesso a colui che gli ha sottomesso tutte le cose, affinché Dio sia tutto in tutti. (1 Corinzi 15:28) Il giorno del Signore verrà e allora i cieli passeranno con fragore, ei corpi celesti saranno arsi e dissolti. (2 Pietro 3:10) Ma secondo la sua promessa stiamo aspettando nuovi cieli e una nuova terra in cui dimori la giustizia. (2 Pietro 3:13)

Gesù è il primogenito su tutta la creazione. (Colossesi 1:15) Il Padre si compiace di riconciliare a sé tutte le cose per mezzo di lui. (Colossesi 1:19-20) Ora noi esistiamo per mezzo di Cristo Gesù. (1 Corinti 8:6) Poiché Dio ha posto ogni cosa sotto i suoi piedi. (1 Corinzi 15:27) Egli è il principio, il primogenito dai morti, affinché egli stesso venga ad avere il primo posto in ogni cosa. (Colossesi 1:18) Morì ed ecco, è vivo per sempre e possiede le chiavi della Morte e dell'Ade. (Apocalisse 1:17-18) Il leone della tribù di Giuda, la radice di Davide, ha vinto. (Apocalisse 5:5) A colui che ha fatto di noi un regno, sacerdoti del suo Dio e Padre, gloria e dominio per sempre. (Apocalisse 1:6) Benedetto il re che viene nel nome del Signore! (Luca 19:38)

C'è un solo Dio, il Padre dal quale sono tutte le cose e per il quale esistiamo, e c'è un solo Signore, Gesù Cristo, per mezzo del quale esistiamo. (1 Corinzi 8:6) Il Padre ama il figlio e gli ha dato ogni cosa nelle mani. (Giovanni 3:35) Chi crede nel figlio ha la vita eterna; chi non obbedisce al figlio non vedrà la vita, ma l'ira di Dio rimane su di lui. (Giovanni 3:36) Anche adesso la scure è posta alla radice degli alberi. Ogni albero dunque che non fa buon frutto viene tagliato e gettato nel fuoco. (Luca 3:9) Per essere salvati da quest'era condannata e ricevere la promessa dello Spirito Santo, dobbiamo pentirci ed essere battezzati nel nome di Gesù Cristo per la remissione dei nostri peccati. (At 2) È lui che battezza con lo Spirito Santo e con il fuoco. (Luca 38:3) Per mezzo di lui abbiamo l'adozione a figli (Galati 16:4-4) e un'eredità nel regno futuro di nostro Signore e del suo Cristo, perciò predichiamo: "Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino, convertitevi e credete al Vangelo». (Marco 5:1)