Corruzione della Scrittura
Corruzione della Scrittura

Corruzione della Scrittura

Corruzioni testuali a favore della posizione trinitaria

I trinitari hanno l'abitudine di fare appello a certi versetti come prova della loro dottrina, anche se è noto che questi versetti hanno letture varianti che indicano che i manoscritti sono stati corrotti.

Zaccaria 12: 10

I trinitari leggono questo versetto come se Gesù fosse il Signore che ha detto: "Guarderanno a me che hanno trafitto". Tuttavia, alcuni manoscritti ebraici hanno "guarda lui" e non "guarda me". In effetti, la citazione usata dall'apostolo Giovanni in Giovanni 19:37 indica l'autenticità della prima lettura piuttosto che della seconda. Non solo, la variante "guarda su di me" non ha alcun senso nel contesto poiché dice che guardano "ME"che è stato trafitto ma piange per qualcun altro,"LUI. "

John 1: 18

Alcuni manoscritti leggono “monogeni Figlio” mentre altri leggono “monogeni Dio." I primi scritti cristiani citano prevalentemente la lettura "Figlio" e non la lettura "Dio". La lettura di "Dio" si basa sul nostro primo manoscritto di questo versetto trovato nelle stesse vicinanze di Nag Hammadi, in Egitto. Tuttavia, è risaputo che prima non significa migliore poiché le corruzioni sono iniziate molto presto. L'evidenza storica indica che la lettura di "Dio" era principalmente una tradizione egiziana poiché questa lettura è attestata per la prima volta anche tra egiziani come Origene e Clemente di Alessandria. La lettura "Dio" potrebbe essere una corruzione gnostica poiché il "monogeni Dio” era una caratteristica importante delle loro credenze.

Atti 7: 59

La traduzione di Re Giacomo ha inserito la parola "Dio" in questo versetto che fa sembrare che Gesù fosse identificato come Dio.

Atti 20: 28

Importanti manoscritti antichi come il Codex Alexandrinus, il Codex Bezae e il Codex Ephraemi Rescriptus leggono "chiesa del Signore" piuttosto che "chiesa di Dio". Ireneo cita anche “la chiesa del Signore.

1 Corinthians 10: 9

Alcuni manoscritti hanno "Cristo" mentre altri manoscritti antichi leggono "Signore".

Efesini 3: 9

Alcuni manoscritti hanno "per mezzo di Gesù Cristo" altri manoscritti no.

1 Timothy 3: 16

Il peso schiacciante delle prove manoscritte ha costretto gli studiosi a riconoscere che il “Dio fu manifestato nella carne” la versione di questo versetto è una corruzione. È anche insensato poiché comporterebbe che Dio sia visto dagli angeli (perché affermare l'ovvio?) e che Dio è stato giustificato nello Spirito.

2 Peter 1: 1

I trinitari fanno spesso appello alla Regola di Granville Sharp riguardo a questo versetto per sostenere che Gesù viene identificato come Dio. Tuttavia, il Codex Sinaiticus, un manoscritto molto antico, non legge "Dio e Salvatore" ma "Signore e Salvatore".

1 John 3: 16

La traduzione di Re Giacomo ha inserito la parola "Dio" in questo versetto, il che fa sembrare che Giovanni stesse identificando Gesù come "Dio".

1 John 5: 7

Il peso schiacciante delle prove manoscritte ha costretto gli studiosi a riconoscere che questo versetto è una certa corruzione che era stata inserita nelle Scritture.

Per ulteriori esempi di corruzioni strutturali, vedere l'articolo su BiblicalUnitarian.com: 

https://www.biblicalunitarian.com/articles/textual-corruptions-favoring-the-trinitarian-position

La corruzione ortodossa della Scrittura: l'effetto delle prime controversie cristologiche sul testo del Nuovo Testamento

Scaricare: https://www.academia.edu/15883758/Orthodox_Corruption_of_Scripture

Amazon: https://amzn.to/3nDaZA2

I vincitori non solo scrivono la storia: riproducono anche i testi. Questo lavoro esplora la stretta relazione tra la storia sociale del primo cristianesimo e la tradizione testuale del Nuovo Testamento emergente, esaminando come le prime lotte tra "eresia" e "ortodossia" cristiana abbiano influenzato la trasmissione dei documenti su cui si sono svolti molti dei dibattiti . 

* Bart Ehrman dovrebbe essere preso in considerazione solo per i suoi primi lavori di critica strutturale, non per il suo lavoro più recente (oltre 20 anni) sull'interpretazione biblica.

Il testo del Nuovo Testamento: la sua trasmissione, corruzione e restaurazione (4a edizione) 

https://amzn.to/3e61mXj

Questa edizione completamente rivista dell'opera classica di Bruce M. Metzger è il manuale più aggiornato disponibile per la critica testuale del Nuovo Testamento. Il testo del Nuovo Testamento, Quarta edizione. Questa revisione aggiorna la discussione di argomenti importanti come i primi manoscritti greci e i metodi di critica testuale, integrando i recenti risultati di ricerca e gli approcci nel corpo del testo (al contrario delle revisioni precedenti, che hanno raccolto nuovo materiale e note nelle appendici ). Il testo standard per i corsi di studi biblici e di storia del cristianesimo sin dalla sua prima pubblicazione nel 1964.

* Bart Ehrman dovrebbe essere preso in considerazione solo per i suoi primi lavori di critica strutturale, non per il suo lavoro più recente (oltre 20 anni) sull'interpretazione biblica.

Il Nuovo Testamento completo

https://amzn.to/2Rcl1vE

Creato appositamente per gli studi biblici. Una delle caratteristiche principali è che in fondo a ogni pagina sono fornite note in riferimento a varianti dei testi greci generalmente classificate in due gruppi: Il gruppo "alessandrino" rappresenta i più antichi manoscritti sopravvissuti. Il gruppo “bizantino” rappresenta la maggioranza dei manoscritti. Mostra anche varianti minori. Inoltre in fondo a ogni pagina c'è un apparato testuale parallelo che presenta le scelte testuali di 20 versioni bibliche per ogni versetto del Nuovo Testamento. Sebbene tradotta da una prospettiva trinitaria, questa traduzione utilizza il Testo critico (NA-27) come testo di partenza il 100% delle volte ed è anche altamente leggibile.