Dono dello Spirito Santo
Dono dello Spirito Santo

Dono dello Spirito Santo

Il ministero di Giovanni Battista e Gesù

Giovanni Battista negò di essere il Cristo, ma disse che colui che verrà dopo di lui battezzerà con Spirito Santo e fuoco. (Luca 3:15-16) Quando Gesù fu battezzato da Giovanni e stava pregando, i cieli si aprirono e lo Spirito Santo discese su di lui in forma corporea. (Luca 3:21-22) Giovanni rese testimonianza che su Cristo vide lo Spirito discendere e rimanere. (Giovanni 1:32) Questa era la prova che Gesù era colui che battezza con lo Spirito Santo e che era il Figlio di Dio. (Giovanni 1:34) Dopo aver ricevuto lo Spirito Santo, Gesù iniziò il suo ministero quando aveva circa 30 anni. (Lc 3) Dichiarò: «Lo Spirito del Signore è su di me, perché mi ha unto per annunziare il lieto annunzio ai poveri. Mi ha mandato per proclamare la libertà ai prigionieri e la guarigione della vista ai ciechi, per rimettere in libertà gli oppressi, per proclamare l'anno di grazia del Signore». (Lc 23-4) Dopo il battesimo annunciato da Giovanni, Dio unse di Spirito Santo e di potenza Gesù il Nazaret ed egli andò beneficando e guarendo quanti erano oppressi dal diavolo, poiché Dio era con lui. (Atti 18:19-10)

Saremo battezzati con il suo battesimo

Gesù disse: "La coppa che io berrò voi la berrete, e con il battesimo con cui io sono stato battezzato, sarete battezzati". (Marco 10:39-40) Disse anche: “chi crede in me farà anche le opere che faccio io; e farà opere più grandi di queste, perché io vado al Padre». (Gv 14) Se i malvagi sanno dare buoni doni ai loro figli, quanto più il Padre celeste darà lo Spirito Santo a coloro che glielo chiedono! (Lc 12) Gesù gridò: «Se qualcuno ha sete, venga a me e beva. (Giovanni 11:13) Chi crede in me, come ha detto la Scrittura: 'Dal suo cuore sgorgheranno fiumi d'acqua viva'”. (Giovanni 7:37) Disse questo riguardo allo Spirito, che quelli che credevano in lui dovessero ricevere, perché ancora non era stato dato lo Spirito, perché Gesù non era ancora glorificato. (Giovanni 7:38) Disse: “Se mi ami, osserverai i miei comandamenti. E chiederò al Padre, ed egli ti darà un altro Ausiliatrice, che sia con te per sempre, anche lo Spirito di verità, che il mondo non può ricevere». (Giovanni 7:39-14) L'Aiuto, è lo Spirito Santo che il Padre manda nel nome di Gesù. (Giovanni 15:16) Disse che era a vantaggio dei suoi discepoli che se ne andasse, perché se non fosse andato via, l'Aiutatore non sarebbe venuto da loro. (Giovanni 14:26)

Aspetta finché non sarai dotato di potere dall'alto

Quando Gesù fu risuscitato dai morti e apparve agli apostoli che aveva scelto, disse loro di non allontanarsi da Gerusalemme, ma di aspettare la promessa del Padre che, «Voi avete udito da me: poiché Giovanni battezzò con acqua, ma fra non molti giorni sarai battezzato con lo Spirito Santo». (Atti 1:2-5) Quando venne il giorno di Pentecoste, erano tutti insieme in un luogo – e all'improvviso venne dal cielo un suono simile a un vento impetuoso che soffia, e riempì l'intera casa dove erano seduti. (Atti 2:1-2) Lingue divise come di fuoco apparvero loro e si posarono su ciascuno di loro - ed erano tutti pieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue mentre lo Spirito dava loro la parola. (Atti 2:3-4) Sia gli ebrei che i proseliti li udirono raccontare nelle nostre proprie lingue le potenti opere di Dio”. (Atti 2:11) E tutti rimasero stupiti e perplessi, dicendo l'un l'altro: "Che cosa significa questo?" – Ma altri beffardi dicevano: “Sono pieni di vino nuovo”. (Atti 2:12-13)

La predicazione di Pietro a Pentecoste

Pietro, in piedi con gli undici, alzò la voce e si rivolse loro dicendo: "questa gente non è ubriaca, come supponete, poiché è solo l'ora terza del giorno, ma questo è ciò che è stato detto per mezzo del profeta Gioele". (Atti 2:15-16) “'E negli ultimi giorni, dice Dio, effonderò il mio Spirito su ogni carne, e i vostri figli e le vostre figlie profetizzeranno, e i vostri giovani avranno visioni, e i tuoi vecchi sogneranno sogni; anche sui miei servi e sulle mie schiave in quei giorni spanderò il mio Spirito ed essi profetizzeranno'”. testimoni, essendo dunque esaltato alla destra di Dio, e avendo ricevuto dal Padre la promessa dello Spirito Santo, ha effuso ciò che voi stessi vedete e ascoltate». (Atti 2:17-18) E: «Conosca dunque tutta la casa d'Israele con certezza che Dio ha costituito Signore e Cristo questo Gesù che voi avete crocifisso». (Atti 2:32) Quando udirono questo, furono trafitti al cuore e dissero a Pietro e al resto degli apostoli: "Fratelli, cosa dobbiamo fare?" (At 33) Pietro disse loro: «Pentitevi e siate battezzati ciascuno di voi nel nome di Gesù Cristo, per il perdono dei vostri peccati, e riceverete il dono dello Spirito Santo, perché la promessa è per voi e per i tuoi figli e per tutti quelli che sono lontani, tutti quelli che il Signore nostro Dio chiama a sé». (Atti 2:36-2) Quelli che ricevettero la sua parola furono battezzati e si dedicarono all'insegnamento degli apostoli e alla comunione, allo spezzare il pane e alle preghiere; e timore reverenziale venne su ogni anima, e molti prodigi e segni furono fatto per mezzo degli apostoli. (Atti 37:2-38)

Predicare Cristo nell'audacia dello Spirito Santo

Continuando Pietro, predicò: «Ciò che Dio aveva predetto per bocca di tutti i profeti, che il suo Cristo avrebbe sofferto, lo ha così compiuto: Pentitevi dunque e tornate indietro, affinché i vostri peccati siano cancellati, affinché vengano tempi di ristoro dalla presenza del Signore». (Atti 3:18-20) Mentre gli apostoli continuavano il ministero e incontravano opposizione, pregarono per essere franche dicendo: “Signore, guarda alle loro minacce e concedi ai tuoi servitori di continuare a pronunciare la tua parola con ogni franchezza, mentre tu stendi la tua mano per guarire, e si compiono segni e prodigi nel nome del tuo santo servo Gesù». (Atti 4:29-30) E quando ebbero pregato, il luogo in cui erano radunati fu scosso, e tutti furono pieni di Spirito Santo e continuarono a annunziare la parola di Dio con franchezza. (Atti 4:31) Sotto ulteriore opposizione, Pietro e gli apostoli dissero: “Dobbiamo ubbidire a Dio piuttosto che agli uomini – Il Dio dei nostri padri ha risuscitato Gesù, che voi avete ucciso appendendolo a un albero – Dio lo ha esaltato alla sua destra come Guida e Salvatore, per dare il pentimento a Israele e il perdono dei peccati – e noi siamo testimoni di queste cose, e così è lo Spirito Santo, che Dio ha dato a coloro che gli obbediscono”. (Atti 5:29-32)

Conversione dei Samaritani 

Quando Filippo predicò la buona novella del regno di Dio e del nome di Gesù Cristo nella città di Samaria e annunciò loro il Cristo, essi furono battezzati, uomini e donne. (Atti 8:12) Gli apostoli di Gerusalemme udirono che la Samaria aveva ricevuto la parola di Dio e mandarono loro Pietro e Giovanni (Atti 8:14), i quali scesero e pregarono per loro affinché ricevessero lo Spirito Santo (Atti 8:15) 8:16), perché non era ancora caduto su nessuno di loro, ma erano stati solo battezzati nel nome del Signore Gesù. (Atti 8:17) Poi imposero loro le mani e ricevettero lo Spirito Santo. (Atti XNUMX:XNUMX)

I gentili ricevono lo Spirito Santo

Quando Pietro fu chiamato ad annunziare il Vangelo ai pagani, lo Spirito Santo scese su tutti coloro che udivano la Parola e i credenti tra i circoncisi venuti con Pietro rimasero stupiti, perché il dono dello Spirito Santo fu effuso anche sul Gentili, perché li udivano parlare in lingue e lodavano Dio. (Atti 10:44-46) Pietro dichiarò: "Può qualcuno trattenere l'acqua per aver battezzato queste persone, che hanno ricevuto lo Spirito Santo proprio come noi?" – e comandò che fossero battezzati nel nome di Gesù Cristo. (Atti 10:47-48) Riferendo ciò che era accaduto ai credenti a Gerusalemme, disse: «Mentre parlavo, lo Spirito Santo è sceso su di loro proprio come su noi all'inizio. E mi sono ricordato della parola del Signore, come disse: 'Giovanni ha battezzato con acqua, ma voi sarete battezzati con lo Spirito Santo'. – Se dunque Dio ha dato loro lo stesso dono che ha fatto a noi quando abbiamo creduto nel Signore Gesù Cristo, chi ero io per poter ostacolare Dio?” (Atti 11:15-17) Quando udirono queste cose, tacquero e glorificarono Dio, dicendo: "Allora anche ai pagani Dio ha concesso il pentimento che conduce alla vita". (Atti 11:18) In seguito, al concilio di Gerusalemme, Pietro dichiarò: «Dio che conosce il cuore, rese loro testimonianza, dando loro lo Spirito Santo come fece a noi, e non fece distinzione tra noi e loro, avendo purificato i loro cuori mediante la fede”. (Atti 15:8-9) Quando sostenne che non ci si doveva aspettare che i cristiani gentili seguano la Legge di Mosè, Pietro disse: “Perché metti alla prova Dio ponendo un giogo sul collo dei discepoli che né i nostri padri né noi siamo stati in grado di sopportare? Ma noi crediamo che saremo salvati per grazia del Signore Gesù, proprio come loro». (Atti 15:10-11)

I gentili ricevono lo Spirito Santo attraverso il ministero di Paolo

Mentre Paolo predicava il Vangelo, trovò alcuni discepoli di Giovanni e disse loro: «Avete ricevuto lo Spirito Santo quando avete creduto?». La loro risposta è stata che non hanno nemmeno sentito che c'è uno Spirito Santo e che sono stati battezzati nel battesimo di Giovanni. (Atti 19:1-3) Paolo disse: “Giovanni battezzò con il battesimo di pentimento, dicendo al popolo di credere in colui che doveva venire dopo di lui, cioè Gesù”. (Atti 19:4) Sentendo ciò, furono battezzati nel nome del Signore Gesù e quando Paolo ebbe imposto loro le mani, lo Spirito Santo scese su di loro ed essi parlavano in lingue e profetizzavano. (Atti 19:5-6)

La potenza della risurrezione dello Spirito Santo

Tutti noi che siamo stati battezzati in Cristo Gesù siamo stati battezzati nella sua morte. (Romani 6:3) Fummo dunque con lui sepolti con lui mediante il battesimo nella morte, affinché, come Cristo è stato risuscitato dai morti mediante la gloria del Padre, anche noi camminassimo in una vita nuova. (Romani 6:4) Siete stati lavati, siete stati santificati, siete stati giustificati nel nome del Signore Gesù Cristo e per lo Spirito del nostro Dio. (1 Corinzi 6:11) L'amore di Dio è stato riversato nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci è stato dato. (Rm 5) Lo Spirito ci aiuta nella nostra debolezza – perché non sappiamo per cosa pregare come dovremmo, ma lo Spirito intercede per noi con gemiti troppo profondi per le parole – che scruta i cuori sapendo qual è la mente del Spirito, perché lo Spirito intercede per i santi secondo la volontà di Dio. (Romani 5:8-26)

Per la potenza dello Spirito Santo abbondiamo nella speranza

Il Dio della speranza riempie di gioia e di pace i credenti, affinché per la potenza dello Spirito Santo abbondino nella speranza. (Romani 15:13) Chi conosce i pensieri di una persona se non lo spirito di quella persona, che è in lui? – Così anche nessuno comprende i pensieri di Dio se non lo Spirito di Dio. (1 Corinzi 2:11) Ora non abbiamo ricevuto lo spirito del mondo, ma lo Spirito che è da Dio, affinché comprendiamo le cose che Dio ci ha gratuitamente dato. (1 Corinzi 2:12) La testimonianza dei credenti è come una lettera di Cristo, scritta non con inchiostro ma con lo Spirito del Dio vivente. (2 Corinzi 3:3) Tale è la fiducia che abbiamo verso Dio per mezzo di Cristo: non che siamo sufficienti in noi stessi per pretendere qualcosa come proveniente da noi, ma la nostra sufficienza è da Dio, che ci ha reso sufficienti per essere ministri della una nuova alleanza, non della lettera ma dello Spirito. Perché la lettera uccide, ma lo Spirito dà la vita. (2 Corinzi 3:4-6) Chi vi fornisce lo Spirito e opera miracoli in mezzo a noi non lo fa per opere della legge, ma per ascolto con fede, proprio come Abramo «credette a Dio, e gli fu contato come giustizia”. (Galati 3:5-6) Cristo ci ha redento dalla maledizione della legge, diventando per noi maledizione, poiché sta scritto: «Maledetto chiunque è appeso al legno», affinché in Cristo Gesù la benedizione di Abramo giunga ai Gentili, affinché possiamo ricevere lo Spirito promesso mediante la fede. (Galati 3:13-14) Ciò che Cristo ha compiuto per portare i pagani all'obbedienza è stato mediante la potenza dei segni e dei prodigi, mediante la potenza dello Spirito di Dio. (Romani 15:18-19)

Devi nascere di nuovo come un figlio di Dio

Gesù disse: «In verità, in verità vi dico che se uno non è nato di nuovo, non può vedere il regno di Dio; se uno non è nato da acqua e da Spirito, non può entrare nel regno di Dio. (Giovanni 3:3-5) Ciò che è nato dalla carne è carne, e ciò che è nato dallo Spirito è spirito. (Giovanni 3:6) Non meravigliarti se ti ho detto: 'Devi nascere di nuovo'. (Giovanni 3:7) Il vento soffia dove vuole, e tu ne odi il suono, ma non sai da dove viene né dove va. Così è per tutti coloro che sono nati dallo Spirito». (Giovanni 3:8) Disse anche: “L'ora viene, ed è ora qui, in cui i veri adoratori adoreranno il Padre in spirito e verità, poiché il Padre cerca tali persone per adorarlo. (Giovanni 4:23) Dio è spirito e coloro che lo adorano devono adorarlo in spirito e verità”. (Giovanni 4:24) Se vivi secondo la carne morirai, ma se per mezzo dello Spirito metti a morte le opere del corpo, vivrai. (Romani 8:13) Poiché tutti coloro che sono guidati dallo Spirito di Dio sono figli di Dio. (Romani 8:14)

Lo Spirito è vita – la nostra adozione a figli

Non sei nella carne ma nello Spirito, se infatti lo Spirito di Dio abita in te – Chi non ha lo Spirito di Cristo non gli appartiene. (Romani 8:9) Ma se Cristo è in voi, anche se il corpo è morto a causa del peccato, lo Spirito è vita a causa della giustizia. (Romani 8:10) Se lo Spirito di colui che ha risuscitato Gesù dai morti abita in voi, colui che ha risuscitato Cristo Gesù dai morti darà vita anche ai vostri corpi mortali per mezzo del suo Spirito che abita in voi. (Romani 8:11) Non è uno spirito di schiavitù ricadere nella paura, ma lo Spirito di adozione a figli, per mezzo del quale gridiamo: “Abbà! Padre!" (Romani 8:15) Lo Spirito rende testimonianza con il nostro spirito che siamo figli di Dio e, se figli, allora eredi — eredi di Dio e coeredi di Cristo, purché soffriamo con lui per essere anche glorificati con lui. (Romani 8:16-17) Le sofferenze di questo tempo non sono degne di essere paragonate alla gloria che deve essere rivelata, poiché la creazione attende con impazienza la rivelazione dei figli di Dio. (Romani 8:18-19) Coloro che hanno le primizie dello Spirito, gemono interiormente aspettando ansiosamente l'adozione a figli, la redenzione del corpo. (Romani 8:23)

Verità fondamentali

Il punto di partenza della parola di Cristo comprende il fondamento del pentimento dalle opere morte e della fede che è in Dio e della dottrina del battesimo e dell'imposizione delle mani e della risurrezione dai morti e del giudizio eterno per coloro che sono scesi nel battesimo e hanno gustato il dono che viene dal cielo e hanno ricevuto lo Spirito Santo e hanno gustato la buona parola di Dio e la potenza del tempo che viene. (Ebrei 6:1-5 Lamsa) In Gesù siamo circoncisi con una circoncisione fatta senza mani, spogliandoci del corpo della carne, mediante la circoncisione di Cristo, essendo stati sepolti con lui nel battesimo, nel quale siamo anche risuscitati con lui mediante la fede nella potente opera di Dio, che lo ha risuscitato dai morti. (Colossesi 2:11-12) Pentitevi e fatevi battezzare nel nome di Gesù Cristo per il perdono dei vostri peccati e riceverete il dono dello Spirito Santo, perché la promessa è per voi e per i vostri figli e per tutti coloro che sono lontani tutti coloro che il Signore nostro Dio chiama a sé. (Atti 2:38-39)

Parlare in lingue e pregare nello Spirito

Persegui l'amore e desidera sinceramente i doni spirituali. (1 Corinzi 14:1) Chi parla in altra lingua non parla agli uomini ma a Dio; poiché nessuno lo comprende, ma egli annunzia misteri nello Spirito. (1 Corinti 14:2) È auspicabile che tutti parliamo in lingue poiché coloro che parlano in altre lingue si rafforzano. (1 Corinti 14:4) Quando si prega in una lingua, lo spirito prega ma la mente è infruttuosa. (1 Corinti 14:14) Cosa devo fare? Pregherò con lo spirito, ma pregherò anche con la mente; Canterò lodi con il mio spirito, ma canterò anche con la mia mente. (1 Corinti 14:15) Paolo ringraziò Dio di aver parlato in lingue più di altre. (1 Corinti 14:18) Non vietate di parlare in lingue. (1 Corinzi 14:39)

Profetizzare nello Spirito

Dovremmo desiderare ardentemente i doni spirituali, specialmente per poter profetizzare. (1 Corinti 14:1) Chi profetizza parla alle persone per la loro edificante, incoraggiamento e consolazione. (1 Corinti 14:3) Chi profetizza edifica la chiesa come chi profetizza è più grande di chi parla in lingue. (1 Corinzi 14:5) In chiesa è meglio parlare in modo comprensibile per istruire gli altri, che molte parole in una lingua. (1 Corinzi 14:19) Se, dunque, tutta la chiesa si riunisce e tutti parlano in altre lingue ed entrano estranei o non credenti, non diranno forse che sei fuori di senno? (1 Corinzi 14:23) Ma se tutti profetizzano, ed entra un non credente o un estraneo, è da tutti condannato, da tutti è chiamato a rendere conto, i segreti del suo cuore vengono svelati, e così, cadendo con la faccia a terra, egli adorerà Dio e dichiarerà che Dio è veramente in mezzo a voi. (1 Corinzi 14:24-25)

Regali dello Spirito

Ora ci sono varietà di doni, ma lo stesso Spirito; e ci sono varietà di servizio, ma lo stesso Signore; e ci sono varietà di attività, ma è lo stesso Dio che le autorizza tutte in ognuno. (1 Corinzi 12-4) Ad ogni credente è data la manifestazione dello Spirito per il bene comune. (6 Corinzi 1:12) Mediante lo Spirito vengono dati vari doni tra cui l'espressione della sapienza, l'espressione della conoscenza, la fede, i doni della guarigione, l'operare miracoli, la profezia, la capacità di distinguere tra gli spiriti, vari tipi di lingue e interpretazione delle lingue. (7 Corinzi 1:12-8) Tutti questi hanno il potere di un solo e medesimo Spirito, che distribuisce a ciascun credente individualmente come vuole. (10 Corinzi 1:12) Infatti, come il corpo è uno e ha molte membra, e tutte le membra del corpo, sebbene molte, sono un solo corpo, così è con Cristo. (11 Corinzi 1:12) Poiché in uno Spirito i credenti sono battezzati in un solo corpo — ebrei o greci, schiavi o liberi — e sono fatti bere di un solo Spirito. (12 Corinzi 1:12) Non spegnere lo Spirito e non disprezzare le profezie, ma metti alla prova ogni cosa, attenendoti a ciò che è buono. (13 Tessalonicesi 1:5-19)

Operando nello Spirito Santo

In Cristo, dobbiamo essere riempiti con Dio che riceve il suo Santo Soffio. (Galati 3:14) Mediante lo Spirito depositato in noi, diventiamo templi del Dio vivente. (1 Corinzi 3:16) La nuova vita dello Spirito ci purifica e ci costringe in ogni giustizia. (Romani 8:10) Per mezzo di Cristo, Dio riversa in noi l'acqua viva dello Spirito, riempiendo i nostri cuori di amore, donandoci una pace straordinaria con una gioia indicibile. (Romani 5:5) Non dobbiamo servire secondo un vecchio codice scritto, ma nella nuova vita dello Spirito. (Romani 7:6) Né insegneremo eloquenti parole di sapienza senza lo Spirito, affinché la croce di Cristo non sia sminuita. (1 Corinti 1:17) Piuttosto, se necessario, ritarderemo e aspetteremo di ricevere potere dall'Alto. (Luca 11:13) Lo Spirito Santo sarà la nostra forza trainante, trasformandoci, intercedendoci e rafforzandoci secondo la volontà di Dio. (2 Corinzi 3:18) Il ministero della guarigione miracolosa della liberazione dalle fortezze demoniache si svolge nella potenza dello Spirito. (Atti 10:38) La profezia non viene dalla volontà di un uomo, ma quando uno parla da Dio come lo Spirito Santo provvede all'unzione divina e lo porta con sé. (2 Pietro 1:21) Segni e prodigi sono manifestati dalla potenza dello Spirito. (Romani 15:19) La nostra audacia e ispirazione devono essere ravvivate da questo soffio di Dio. (Atti 4:31) Mentre la verità della Parola di Dio è il nostro cibo solido, lo Spirito di Dio è la nostra bevanda. (Efesini 5:18)

Riferimenti scritturali chiave

Luca 3:15-16 (ESV) 

Poiché il popolo era in attesa e tutti si interrogavano in cuor loro riguardo a Giovanni, se fosse il Cristo, Giovanni rispose a tutti, dicendo: «Io vi battezzo con acqua, ma viene colui che è più forte di me, la cinghia dei cui sandali non sono degno di sciogliere. Ti battezzerà in Spirito Santo e fuoco.

Luca 3:21-23 (ESV)

Ora, quando tutto il popolo fu battezzato e quando anche Gesù fu battezzato e pregava, i cieli si aprirono e lo Spirito Santo discese su di lui in forma corporea, come una colomba; e venne una voce dal cielo: «Tu sei il mio Figlio prediletto; con te sono ben contento. Gesù, quando iniziò il suo ministero, aveva circa trent'anni.

Luca 4:18-19 (ESV) 

 “Lo Spirito del Signore è su di me, perché mi ha unto per annunziare ai poveri la buona novella. Mi ha mandato a proclamare la liberazione ai prigionieri e la vista ai ciechi, a rimettere in libertà gli oppressi, a proclamare l'anno di grazia del Signore».

Luca 11:13 (CEI)

Se dunque voi, che siete cattivi, sapete fare doni buoni ai vostri figli, quanto più il Padre celeste darà lo Spirito Santo a coloro che glielo chiedono!».

Marco 10:37-40 (NDV)

E gli dissero: «Concedici di sedere uno alla tua destra e uno alla tua sinistra, nella tua gloria». Gesù disse loro: “Voi non sapete cosa chiedete. Potete bere il calice che io bevo, o essere battezzati con il battesimo con cui sono battezzato io?». E gli dissero: "Siamo in grado". E Gesù disse loro: «Il calice che io bevo berrete voi, e con il battesimo con cui io sono battezzato, sarete battezzati voi, ma sedere alla mia destra o alla mia sinistra non spetta a me concederlo, ma è per coloro per i quali è stato preparato”.

Giovanni 1:29-34 (NDV) 

Il giorno dopo vide Gesù venire verso di lui e disse: «Ecco l'Agnello di Dio, che toglie i peccati del mondo! Questi è colui del quale ho detto: "Dopo di me viene un uomo che mi precede, perché era prima di me". Io stesso non lo conoscevo, ma per questo sono venuto battezzando con acqua, perché fosse rivelato a Israele». E Giovanni testimoniò: “Ho visto lo Spirito scendere dal cielo come una colomba e si è posato su di lui. Io stesso non lo conoscevo, ma colui che mi ha mandato a battezzare con acqua mi ha detto: "Colui sul quale vedrai scendere e rimanere lo Spirito, è lui che battezza con lo Spirito Santo". E ho visto e ho testimoniato che questi è il Figlio di Dio».

Giovanni 3:3-8 (NDV)

Gesù gli rispose: «In verità, in verità ti dico, se uno non rinasce non può vedere il regno di Dio.” Nicodemo gli disse: «Come può nascere un uomo quando è vecchio? Può entrare una seconda volta nel grembo di sua madre e nascere?” Gesù rispose: «In verità, in verità vi dico, se uno non è nato d'acqua e di Spirito, non può entrare nel regno di Dio. Ciò che è nato dalla carne è carne e ciò che è nato dallo Spirito è spirito. Non meravigliarti se ti ho detto: 'Devi nascere di nuovo'. Il vento soffia dove vuole, e ne senti il ​​rumore, ma non sai da dove viene né dove va. Così è di chiunque è nato dallo Spirito."

Giovanni 7:37-39 (NDV)

L'ultimo giorno della festa, il grande giorno, Gesù si alzò e gridò: «Se qualcuno ha sete, venga a me e beva. Chi crede in me, come ha detto la Scrittura, 'Dal suo cuore sgorgheranno fiumi di acqua viva. '” Ora questo disse dello Spirito che dovevano ricevere quelli che credevano in lui, poiché ancora lo Spirito non era stato dato, perché Gesù non era ancora glorificato.

Giovanni 14:12 (ESV) 

 “In verità, in verità vi dico, chiunque crede in me farà anche le opere che faccio io; e opere più grandi di queste farà, perché vado al Padre.

Giovanni 14:15-17 (NDV)

"Se mi ami, osserverai i miei comandamenti. E chiederò al Padre, ed egli vi darà un altro Consolatore, che sia con voi per sempre, anche lo Spirito di verità, che il mondo non può ricevere, perché non lo vede né lo conosce. Lo conosci, perché abita con te e sarà in te.

Giovanni 14:25-26 (NDV)

“Queste cose ti ho detto mentre sono ancora con te. Ma il Consolatore, lo Spirito Santo, che il Padre manderà nel mio nome, egli ti insegnerà ogni cosa e ti ricorderà tutto ciò che ti ho detto. 

Giovanni 16:7 (ESV)

Comunque ti dico la verità: è a tuo vantaggio che me ne vada, perché se non me ne vado, il Consolatore non verrà da te. Ma se vado, te lo mando

Atti 1:4-5 (ESV)

E mentre stava con loro ordinò loro di non partire da Gerusalemme, ma aspettare la promessa del Padre, che, disse, “hai sentito da me; poiché Giovanni battezzò con acqua, ma voi sarete battezzati in Spirito Santo fra non molti giorni».

Atti 2:1-4,12-13 (ESV)

Quando arrivò il giorno di Pentecoste, erano tutti insieme nello stesso luogo. E all'improvviso venne dal cielo un suono come un vento impetuoso e impetuoso, e riempì tutta la casa dove erano seduti. E lingue divise come di fuoco apparvero loro e si posarono su ciascuno di loro. E furono tutti pieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue come lo Spirito dava loro di esprimersi... E tutti erano stupiti e perplessi, dicendosi l'un l'altro: "Che cosa significa questo?" Ma altri schernivano dicevano: "Sono pieni di vino nuovo".

Atti 2:16-21 (ESV)

Ma questo è ciò che fu detto per mezzo del profeta Gioele:
" 'E negli ultimi giorni avverrà, dice Dio,
che spanderò il mio Spirito sopra ogni carne,
e i tuoi figli e le tue figlie profetizzeranno,
e i tuoi giovani avranno visioni,
e i tuoi vecchi sogneranno sogni;
anche sui miei servi e schiave
in quei giorni spanderò il mio Spirito e profetizzeranno.
E mostrerò meraviglie nei cieli lassù
e segni sulla terra di sotto,
sangue, fuoco e vapore di fumo;
il sole si muterà in tenebre
e la luna al sangue,
prima che venga il giorno del Signore, il giorno grande e magnifico.
E avverrà che chiunque invocherà il nome del Signore sarà salvato».

Atti 2:36-42 (ESV)

Sappia dunque con certezza tutta la casa d'Israele che Dio lo ha costituito Signore e Cristo, questo Gesù che tu hai crocifisso.” All'udire ciò, rimasero colpiti dal cuore e dissero a Pietro e agli altri apostoli: «Fratelli, che cosa dobbiamo fare?». E Pietro disse loro: «Pentitevi e siate battezzati ciascuno di voi nel nome di Gesù Cristo per il perdono dei vostri peccati e riceverete il dono dello Spirito Santo. Perché per voi è la promessa, per i vostri figli e per tutti quelli che sono lontani, tutti quelli che il Signore nostro Dio chiama a sé». E con molte altre parole rese testimonianza e continuò ad esortarli, dicendo: "Salvatevi da questa generazione perversa". Così quelli che accolsero la sua parola furono battezzati, e quel giorno si aggiunsero circa tremila anime. E si dedicarono al insegnamento degli apostoli e la comunione, alla frazione del pane e alle preghiere.

Atti 4:31 (ESV)

E quando ebbero pregato, il luogo in cui erano radunati fu scosso, e furono tutti pieni di Spirito Santo e continuarono a proclamare la parola di Dio con franchezza.

Atti 5:29-32 (ESV)

Ma Pietro e gli apostoli risposero: «Bisogna obbedire a Dio piuttosto che agli uomini. Il Dio dei nostri padri ha risuscitato Gesù, che tu hai ucciso appendendolo a un albero. Dio lo ha esaltato alla sua destra come Capo e Salvatore, per dare pentimento a Israele e perdono dei peccati. E noi siamo testimoni di queste cose, e così è lo Spirito Santo, che Dio ha dato a coloro che gli obbediscono. "

Atti 8:12-17 (ESV)

Ma quando credettero a Filippo mentre predicava la buona novella del regno di Dio e del nome di Gesù Cristo, furono battezzati, uomini e donne. Anche Simone stesso credette, e dopo essere stato battezzato rimase con Filippo. E vedendo compiuti segni e grandi miracoli, rimase sbalordito. Quando gli apostoli a Gerusalemme udirono che Samaria aveva ricevuto la parola di Dio, mandarono loro Pietro e Giovanni, che scesero e pregò per loro che ricevessero lo Spirito Santo, poiché non era ancora caduto su nessuno di loro, ma erano stati battezzati solo nel nome del Signore Gesù. Poi imposero loro le mani e ricevettero lo Spirito Santo.

Atti 10:37-38 (ESV)

voi stessi sapete cosa accadde in tutta la Giudea, cominciando dalla Galilea dopo il battesimo proclamato da Giovanni: come Dio unse di Spirito Santo e di potenza Gesù di Nazaret. Andava beneficando e guarendo quanti erano oppressi dal diavolo, perché Dio era con lui.

Atti 10:44-48 (ESV)

Mentre Pietro diceva ancora queste cose, lo Spirito Santo scese su tutti coloro che ascoltavano la parola. E i credenti tra i circoncisi che erano venuti con Pietro erano stupiti, perché il dono dello Spirito Santo era stato effuso anche sui pagani. Poiché li udivano parlare in lingue ed esaltare Dio. Allora Pietro dichiarò: «Qualcuno può trattenere l'acqua per battezzare queste persone, che hanno ricevuto lo Spirito Santo proprio come noi?"E comandò loro di essere battezzati nel nome di Gesù Cristo... 

Atti 11:15-18 (ESV)

Quando ho cominciato a parlare, lo Spirito Santo è sceso su di loro come all'inizio su di noi. E mi sono ricordato della parola del Signore, come ha detto: 'Giovanni battezzò con acqua, ma voi sarete battezzati in Spirito Santo». Se dunque Dio ha dato loro lo stesso dono che ha dato a noi quando abbiamo creduto nel Signore Gesù Cristo, chi ero io per poter stare sulla via di Dio?" Quando udirono queste cose tacquero. E glorificavano Dio, dicendo: «Allora anche ai pagani Dio ha concesso un pentimento che conduce alla vita».

Atti 15:8-11 (ESV)

E Dio, che conosce il cuore, ha reso loro testimonianza, dando loro lo Spirito Santo come ha fatto con noi, e non ha fatto distinzione tra noi e loro, avendo purificato i loro cuori mediante la fede. Ora, dunque, perché metti alla prova Dio mettendo sul collo dei discepoli un giogo che né i nostri padri né noi abbiamo potuto portare? Ma noi crediamo che saremo salvati per grazia del Signore Gesù, proprio come loro”.

Atti 19:2-7 (ESV)

Ed egli disse loro: "Avete ricevuto lo Spirito Santo quando avete creduto?" E dissero: "No, non abbiamo nemmeno sentito dire che c'è uno Spirito Santo". E disse: "In che cosa dunque sei stato battezzato?" Dissero: "Nel battesimo di Giovanni". E Paolo disse: "Giovanni battezzò con il battesimo di penitenza, dicendo al popolo di credere in colui che doveva venire dopo di lui, cioè Gesù". Sentendo ciò, furono battezzati nel nome del Signore Gesù. E quando Paolo ebbe imposto loro le mani, lo Spirito Santo scese su di loro e cominciarono a parlare in lingue e a profetizzare. C'erano circa dodici uomini in tutto. 

Romani 6:2-4 (CEI)

Come possiamo vivere ancora in essa noi che siamo morti al peccato? non sai che tutti noi che siamo stati battezzati in Cristo Gesù siamo stati battezzati nella sua morte? Fummo dunque sepolti con lui mediante il battesimo nella morte, affinché, come Cristo è risorto dai morti per la gloria del Padre, anche noi potremmo camminare in novità di vita.

Romani 5:5 (ESV)

e la speranza non ci fa vergognare, perché l'amore di Dio è stato riversato nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci è stato dato.

Romani 8:9-11 (CEI)

Tu, invece, non sono nella carne ma nello Spirito, se infatti lo Spirito di Dio abita in te. Chi non ha lo Spirito di Cristo non gli appartiene. Ma se Cristo è in te, benché il corpo sia morto a causa del peccato, lo Spirito è vita a motivo della giustizia. Se lo Spirito di colui che ha risuscitato Gesù dai morti abita in voi, colui che ha risuscitato Cristo Gesù dai morti darà vita anche ai vostri corpi mortali per mezzo del suo Spirito che abita in voi.

Romani 8:14-17 (CEI)

Fatti tutti quelli che sono guidati dallo Spirito di Dio sono figli di Dio. Perché non hai ricevuto lo spirito di schiavitù per ricadere nella paura, ma avete ricevuto come figli lo Spirito di adozione, dal quale gridiamo: «Abbà! Padre!" Lo Spirito stesso testimonia con il nostro spirito che siamo figli di Dio, e se figli, allora eredi: eredi di Dio e coeredi di Cristo, purché soffriamo con lui per essere anche glorificati con lui.

Romani 8:22-23 (CEI)

Perché sappiamo che l'intera creazione ha gemuto insieme nei dolori del parto fino ad ora. E non solo la creazione, ma noi stessi, che abbiamo le primizie dello Spirito, gemiamo interiormente aspettando con impazienza l'adozione a figli, la redenzione dei nostri corpi.

Romani 8:26-27 (CEI)

allo stesso modo lo Spirito ci aiuta nella nostra debolezza. Perché non sappiamo per cosa pregare come dovremmo, ma lo Spirito stesso intercede per noi con gemiti troppo profondi per le parole. E chi scruta i cuori sa qual è la mente dello Spirito, perché lo Spirito intercede per i santi secondo la volontà di Dio.

Romani 15:13-19 (CEI) 

Possa il Dio della speranza riempirti di ogni gioia e pace nel credere, perché per la potenza dello Spirito Santo abbondiate nella speranza. Io stesso sono soddisfatto di voi, fratelli miei, che voi stessi siete pieni di bontà, pieni di ogni conoscenza e capaci di istruirvi a vicenda. Ma su alcuni punti vi ho scritto con molta audacia per ricordarvi, a motivo della grazia datami da Dio di essere ministro di Cristo Gesù presso le genti nel servizio sacerdotale del vangelo di Dio, affinché l'offerta del I gentili possono essere accettabili, santificato dallo Spirito Santo. In Cristo Gesù, quindi, ho motivo di essere orgoglioso del mio lavoro per Dio. Perché non oserò parlare di nulla se non di ciò che Cristo ha compiuto per mezzo mio per portare i pagani all'obbedienza,con parole e opere, con potenza di segni e prodigi, con potenza dello Spirito di Dio—così che da Gerusalemme e tutt'intorno all'Illirico ho adempiuto il ministero del vangelo di Cristo;

1 Corinzi 2:10-12 (RIV)

Queste cose Dio ci ha rivelato attraverso lo Spirito. Perché lo Spirito scruta tutto, anche le profondità di Dio. Perché chi conosce i pensieri di una persona se non lo spirito di quella persona, che è in lui? Così anche nessuno comprende i pensieri di Dio se non lo Spirito di Dio. Ora noi non abbiamo ricevuto lo spirito del mondo, ma lo Spirito che viene da Dio, per comprendere le cose che Dio ci ha donato gratuitamente.

1 Corinzi 6:11 (ESV)

Ma siete stati lavati, siete stati santificati, siete stati giustificati nel nome del Signore Gesù Cristo e per lo Spirito del nostro Dio.

1 Corinzi 12:4-11 (RIV)

Ora ci sono varietà di regali, ma lo stesso Spirito; e ci sono varietà di servizio, ma lo stesso Signore; e ci sono varietà di attività, ma è lo stesso Dio che le autorizza tutte in tutti. A ciascuno è data la manifestazione dello Spirito per il bene comune. Poiché a uno è data per mezzo dello Spirito l'espressione della sapienza, e a un altro l'espressione della conoscenza secondo lo stesso Spirito, a un altro la fede mediante lo stesso Spirito, a un altro doni di guarigione mediante un solo Spirito, a un altro l'opera di miracoli , a un'altra profezia, a un'altra la capacità di distinguere tra gli spiriti, a un'altra vari tipi di lingue, a un'altra l'interpretazione delle lingue. Tutti questi sono potenziati da un solo e medesimo Spirito, che distribuisce a ciascuno individualmente come vuole.

1 Corinzi 14:1-5 (RIV)

Perseguite l'amore e desiderate ardentemente i doni spirituali, specialmente per poter profetizzare. Infatti chi parla in altra lingua non parla agli uomini, ma a Dio; perché nessuno lo capisce, ma proferisce misteri nello Spirito. Colui che profetizza, invece, parla alle persone per la loro edificazione, incoraggiamento e consolazione. Chi parla in lingua edifica se stesso, ma colui che profetizza edifica la chiesa. Ora voglio che parliate tutti in lingue, ma ancora di più per profetizzare. Colui che profetizza è più grande di colui che parla in lingue, a meno che qualcuno non interpreti, perché sia ​​edificata la chiesa.

1 Corinzi 14:13-18 (RIV)

Perciò chi parla in altra lingua dovrebbe pregare di poter interpretare. Per se prego in una lingua, il mio spirito prega ma la mia mente è infruttuosa. Che cosa devo fare? Pregherò con lo spirito, ma pregherò anche con la mente; io canterò lodi con il mio spirito, ma canterò anche con la mia mente. Altrimenti, se rendi grazie con il tuo spirito, come può qualcuno nella posizione di un estraneo dire "Amen" al tuo ringraziamento quando non sa quello che stai dicendo? Perché forse stai ringraziando abbastanza bene, ma l'altra persona non viene edificata. Ringrazio Dio di parlare in lingue più di tutti voi.

2 Corinzi 3:2-6 (RIV)

Voi stessi siete la nostra lettera di raccomandazione, scritta nei nostri cuori, per essere conosciuta e letta da tutti. E dimostri di essere una lettera di Cristo consegnata da noi, scritta non con inchiostro ma con lo Spirito del Dio vivente, non su tavole di pietra ma su tavole di cuori umani. Tale è la fiducia che abbiamo attraverso Cristo verso Dio. Non che siamo sufficienti in noi stessi per pretendere qualcosa come proveniente da noi, ma la nostra sufficienza viene da Dio, che ci ha resi sufficienti per essere ministri di una nuova alleanza, non della lettera ma dello Spirito. Perché la lettera uccide, ma lo Spirito vivifica.

Galati 3:5 (ESV) 

 Colui che vi dona lo Spirito e opera miracoli in mezzo a voi, lo fa con le opere della legge o con l'ascolto con fede-

Galati 3:13-14 (ESV) 

Cristo ci ha riscattati dalla maledizione della legge, facendoci maledizione per noi, perché sta scritto: «Maledetto chiunque è appeso a un albero!», affinché in Cristo Gesù la benedizione di Abramo giungesse ai pagani, così affinché possiamo ricevere lo Spirito promesso mediante la fede.

Colossesi 2:11-14 (CEI)

“Anche in lui siete stati circoncisi con una circoncisione fatta senza mano, spogliandovi del corpo della carne, mediante la circoncisione di Cristo, essendo stati con lui sepolti nel battesimo, in cui anche tu sei stato risuscitato con lui mediante la fede nella potente opera di Dio, che lo ha risuscitato dai morti. E tu, che eri morto per i tuoi peccati e per l'incirconcisione della tua carne, Dio ha vivificato insieme a lui, dopo averci perdonato tutti i nostri peccati, cancellando il registro del debito che ci stava contro con le sue richieste legali. Questo lo mise da parte, inchiodandolo alla croce”.

Ebrei 6:1-8 (aramaico Peshitta, Lamsa)

1 Lasciamo dunque la parola elementare di Cristo e andiamo alla perfezione. Perché poni di nuovo un'altra base per il pentimento dalle azioni passate e per la fede in Dio? 2 E per la dottrina dei battesimi e per l'imposizione delle mani e per la risurrezione dei morti e per il giudizio eterno? 3 Se il Signore lo permette, questo lo faremo. 4 Ma questo è impossibile per coloro che sono stati battezzati una volta 5 e ho gustato il dono del cielo e ho ricevuto lo Spirito Santo, e ho gustato la buona parola di Dio e le potenze del mondo a venire, 6 Perché, per peccare di nuovo e per essere rinnovati di nuovo mediante il pentimento, crocifiggono una seconda volta il Figlio di Dio e lo espongono alla vergogna. 7 Poiché la terra che beve alla pioggia che vi cade in abbondanza e produce erbe utili a coloro per i quali è coltivata, riceve benedizione da Dio; 8 Ma se produce spine e rovi è respinto e non lontano dall'essere condannato; e alla fine questo raccolto sarà bruciato.