Libri consigliati
Libri consigliati

Libri consigliati

Traduzioni della Bibbia e del Nuovo Testamento

Bibbia ESV stampa grande formato personale (TruTone, Forest/Tan, Trail Design)

https://amzn.to/3e7iJqR

ESV Bibbia in formato grande stampata personale presenta un testo biblico a 12 punti altamente leggibile in una dimensione portatile, realizzato con materiali di qualità e con testo a righe per ridurre al minimo la visualizzazione da una pagina all'altra, allo scopo di fornire un'esperienza di lettura pulita.

Caratteristiche:

  • Marcatore a nastro
  • Rilegatura smyth cucita
  • 12 punti Milo Serif tipo OT

Il Nuovo Testamento completo

https://amzn.to/2Rcl1vE

Creato appositamente per gli studi biblici. Una delle caratteristiche principali è che in fondo a ogni pagina sono fornite note in riferimento a varianti dei testi greci generalmente classificate in due gruppi: Il gruppo "alessandrino" rappresenta i più antichi manoscritti sopravvissuti. Il gruppo “bizantino” rappresenta la maggioranza dei manoscritti. Mostra anche varianti minori. Inoltre in fondo a ogni pagina c'è un apparato testuale parallelo che presenta le scelte testuali di 20 versioni bibliche per ogni versetto del Nuovo Testamento. Sebbene tradotta da una prospettiva trinitaria, questa traduzione utilizza il Testo critico (NA-27) come testo di partenza il 100% delle volte ed è anche altamente leggibile. 

The Lexham English Septuagint: una nuova traduzione

https://amzn.to/3u6F0um

he Lexham inglese Settanta (LES) è una nuova traduzione della Settanta, la versione greca degli scritti dell'Antico Testamento usata ai tempi del Nuovo Testamento e nella chiesa primitiva. Splendidamente composto in un comodo formato a colonna singola, il LES fornisce un'edizione inglese letterale, leggibile e trasparente dei Settanta per i lettori moderni. Mantenendo le forme familiari di nomi e luoghi personali, il LES offre ai lettori la possibilità di leggerlo insieme alla loro Bibbia inglese preferita. Tradotto direttamente dall'edizione di Swete dei Settanta, il LES mantiene il significato del testo originale, rendendo i Settanta accessibile ai lettori di oggi.

Sacra Bibbia: dall'antico testo orientale: la traduzione di George M. Lamsa dall'aramaico della Peshitta

https://amzn.to/3xEAZzE

Con questo libro un eminente studioso del Nuovo Testamento dà un contributo significativo alla letteratura sui tempi dei primi apostoli. Questo periodo, in cui il ricordo di Gesù era fresco ma non esisteva alcuna letteratura scritta su di lui, si presta bene al trattamento descrittivo impiegato dal dottor Cadbury. Lo scopo di queste pagine, scrive, è di stabilire non tanto l'esattezza del libro degli Atti quanto la realtà delle scene, dei costumi e della mentalità che riflette…. Possiamo camminare dove camminò l'apostolo Paolo, vedere ciò che vide e diventare sempre più a casa nel suo mondo. Cinque capitoli trattano ciascuno dei cinque filoni culturali allora esistenti: romano, greco, ebraico, cristiano e cosmopolita. Il sesto tenta di ricostruire la prima storia del libro degli Atti.

L'unico Dio, il Padre, un solo uomo Messia Traduzione: Nuovo Testamento con commento

https://amzn.to/3nzMUK9

La maggior parte dei fedeli non sanno che ciò che ricevono in chiesa come "Bibbia" è stato loro filtrato attraverso una lente del pensiero filosofico greco. Questa tradizione influenza negativamente l'attuale insegnamento cristiano, oscurando gli aspetti centrali della credenza originale di Gesù e degli Apostoli. I concili post-biblici fecero molto per stendere un velo sulla "fede una volta trasmessa". Gli onesti ricercatori della verità salvifica della Scrittura troveranno questa traduzione del Nuovo Testamento illuminante. La maggior parte delle traduzioni tende a "leggere dentro" le idee del testo biblico che non sono mai state volute dagli scrittori del Nuovo Testamento.

Il Nuovo Testamento di Tyndale

https://amzn.to/3gRunrl

Questa traduzione del Nuovo Testamento in inglese dall'originale greco fu stampata in Germania nel 1534 e contrabbandata in Inghilterra. Sfuggì quindi al destino della precedente versione di Tyndale, che era stata sequestrata e pubblicamente bruciata dalle autorità. L'edizione del 1534 indignò l'establishment clericale dando ai laici l'accesso alla parola di Dio, per la prima volta stampata in inglese. Tyndale, che era già in esilio per motivi politici, fu braccato e successivamente bruciato sul rogo per blasfemia. Per i successivi ottant'anni, gli anni di Shakespeare tra gli altri, la magistrale traduzione di Tyndale costituì la base di tutte le bibbie inglesi. E quando la Bibbia di Re Giacomo autorizzata fu pubblicata nel 1611, molti dei suoi passaggi migliori furono presi invariati, sebbene non riconosciuti, dall'opera di Tyndale.

Canone /

critica testuale

La formazione del canone biblico cristiano

https://amzn.to/3ny2FBi

Lee McDonald ha scritto un resoconto lucido e accessibile della formazione della Bibbia cristiana, disponendo chiaramente le prove principali, lavorando sui problemi principali e giungendo a conclusioni persuasive. Trattando separatamente i canoni dell'Antico e del Nuovo Testamento, fornisce traduzioni della maggior parte delle antiche fonti primarie, buoni riassunti di dibattiti accademici e un'utile guida alla vasta letteratura scientifica sull'argomento. Questo libro troverà un pubblico di lettori riconoscenti tra studenti, pastori e laici curiosi.

Il quarto vangelo nella critica e nell'interpretazione recenti, 4a edizione

https://amzn.to/3wECHkk

Wilbert Howard è stato un noto espositore del Quarto Vangelo, e in questo libro si è dimostrato una guida sicura per studenti e lettori generici attraverso i labirinti della critica storica e interna poiché questi hanno influenzato l'interpretazione di questo Vangelo. CK Barrett aggiunse sezioni sue per tenere in debito conto il lavoro successivo, fino al 1961, sul problema del Quarto Vangelo.

Il testo del Nuovo Testamento: la sua trasmissione, corruzione e restaurazione (4a edizione) 

https://amzn.to/3e61mXj

Questa edizione completamente rivista dell'opera classica di Bruce M. Metzger è il manuale più aggiornato disponibile per la critica testuale del Nuovo Testamento. Il testo del Nuovo Testamento. Questa revisione aggiorna la discussione di argomenti importanti come i primi manoscritti greci e i metodi di critica testuale, integrando i recenti risultati di ricerca e gli approcci nel corpo del testo (al contrario delle revisioni precedenti, che hanno raccolto nuovo materiale e note nelle appendici ). Il testo standard per i corsi di studi biblici e di storia del cristianesimo sin dalla sua prima pubblicazione nel 1964.

* Bart Ehrman dovrebbe essere considerato solo per i suoi primi lavori di critica testuale, non per il suo lavoro più recente (oltre 20 anni) sull'interpretazione biblica.

La corruzione ortodossa della Scrittura: l'effetto delle prime controversie cristologiche sul testo del Nuovo Testamento

https://amzn.to/3nDaZA2

I vincitori non solo scrivono la storia: riproducono anche i testi. Questo esplora la stretta relazione tra la storia sociale del cristianesimo primitivo e la tradizione testuale del Nuovo Testamento emergente, esaminando come le prime lotte tra "eresia" e "ortodossia" cristiana hanno influenzato la trasmissione dei documenti su cui sono stati condotti molti dei dibattiti. 

* Bart Ehrman dovrebbe essere considerato solo per i suoi primi lavori di critica testuale, non per il suo lavoro più recente (oltre 20 anni) sull'interpretazione biblica.

Il caso contro Q: studi sulla priorità di Markan e sul problema sinottico

https://amzn.to/331iuHm /

http://www.markgoodacre.org/Q/

Per oltre un secolo gli studiosi del Vangelo hanno accettato un ipotetico documento chiamato Q come una delle principali fonti dei Vangeli sinottici. In tempi recenti, è stato addirittura trasformato da fonte di detti a Vangelo a sé stante. Ma, dice Mark Goodacre in The Case Against Q, l'accettazione della maggioranza di Q non può fungere da argomento per la sua esistenza. Di tanto in tanto voci dissenzienti si sono espresse contro una così diffusa accettazione di Q come Vangelo. Gli studiosi hanno sottolineato, ad esempio, che la conoscenza di Luca di Matteo e Marco consentirebbe di fare a meno di Q. Tuttavia, tali voci sono spesso rimaste inascoltate a causa della mancanza di un trattamento chiaro, equilibrato e accademico del caso contro Q. Così, in The Case Against Q Goodacre offre una critica attenta e dettagliata dell'ipotesi Q, esaminando gli argomenti più importanti dei sostenitori di Q.

Il problema sinottico: una via nel labirinto

https://archive.org/details/synopticproblemw00good/mode/2uphttps://amzn.to/331iuHm /

https://amzn.to/3nMaEuL

Forse il più grande enigma letterario della storia, il problema sinottico ha affascinato generazioni di studiosi. Eppure il Problema sinottico resta inaccessibile agli studenti, ben presto aggrovigliato nelle sue apparenti complessità. Ma ora Mark Goodacre offre una via attraverso il labirinto, con la promessa di emergere alla fine, spiegando in uno stile vivace e rinfrescante cosa implica lo studio del problema sinottico, perché è importante e come potrebbe essere risolto. Questa è una guida leggibile, equilibrata e aggiornata, ideale per gli studenti universitari e il lettore generale.

Storia della Chiesa primitiva 

Gesù si è ricordato: il cristianesimo in divenire, volume 1

https://amzn.to/3BJKMVE

James Dunn è considerato in tutto il mondo uno dei più importanti studiosi biblici di oggi. Avendo scritto studi pionieristici sul Nuovo Testamento e un'opera standard sulla teologia di Paolo, Dunn qui rivolge la sua penna all'ascesa del cristianesimo stesso. Gesù si è ricordato è la prima puntata di quella che sarà una monumentale storia in tre volumi dei primi 120 anni della fede.

Concentrandosi su Gesù, questo primo volume ha diverse caratteristiche distinte. Raccoglie le lezioni da trarre dalla "ricerca del Gesù storico" e risponde alle sfide ermeneutiche a una valutazione storica e teologica della tradizione di Gesù. Fornisce una nuova prospettiva sia sull'impatto di Gesù che sulle tradizioni su Gesù come tradizione orale - da qui il titolo "Gesù ricordato". E offre una nuova analisi dei dettagli di quella tradizione, sottolineandone i tratti caratteristici (piuttosto che dissimili). Degni di nota sono anche le trattazioni di Dunn della questione della fonte (in particolare Q e i Vangeli non canonici) e di Gesù l'ebreo nel suo contesto galileiano.

Nella sua analisi dettagliata della tradizione battista, il motivo del regno, la chiamata e il carattere del discepolato, cosa pensavano di lui il pubblico di Gesù, cosa pensava di se stesso, perché fu crocifisso e come e perché iniziò la fede nella risurrezione di Gesù , Dunn si impegna con tutto il cuore nel dibattito contemporaneo, fornendo molti spunti importanti e offrendo un resoconto completamente convincente di come Gesù fu ricordato fin dall'inizio e perché.

A partire da Gerusalemme: cristianesimo in divenire, volume 2

https://amzn.to/3nV1lJp

Il secondo volume della trilogia Magistrale Cristianesimo nel Fare, A partire da Gerusalemme copre la prima formazione della fede cristiana dal 30 al 70 d.C. Dopo aver delineato la ricerca della chiesa storica (parallelamente alla ricerca del Gesù storico) e aver passato in rassegna le fonti, James Dunn segue il corso del movimento originato da Gesù "a partire da Gerusalemme". 

Dunn si apre con un'attenta analisi di ciò che si può dire della prima comunità di Gerusalemme, degli ellenisti, della missione di Pietro e dell'emergere di Paolo. Quindi si concentra esclusivamente su Paolo, la cronologia della sua vita e missione, la sua comprensione della sua chiamata di apostolo e il carattere delle chiese da lui fondate. La terza parte ripercorre gli ultimi giorni e le eredità letterarie delle tre principali figure del cristianesimo di prima generazione: Paolo, Pietro e Giacomo, fratello di Gesù. Ogni sezione include un'interazione dettagliata con la vasta ricchezza di letteratura secondaria sui molti argomenti trattati.

Né ebreo né greco: un'identità contestata: cristianesimo in divenire, volume 3

https://amzn.to/2YiBaDS

La terza e ultima puntata della storia magistrale delle origini cristiane di James Dunn fino al 190 d.C., Né ebreo né greco: un'identità contestata copre il periodo dopo la distruzione di Gerusalemme nel 70 d.C. fino al II secolo, quando l'ancora nuovo movimento di Gesù consolidò i suoi segni distintivi di identità e le strutture su cui avrebbe fondato il suo crescente fascino nei decenni e nei secoli successivi.
 
Dunn esamina in profondità i principali fattori che hanno plasmato il cristianesimo di prima generazione e oltre, esplorando la separazione delle strade tra cristianesimo ed ebraismo, l'ellenizzazione del cristianesimo e le risposte allo gnosticismo. Egli estrae tutte le fonti del primo e del secondo secolo, inclusi i Vangeli del Nuovo Testamento, gli apocrifi del Nuovo Testamento e padri della chiesa come Ignazio, Giustino martire e Ireneo, mostrando come la tradizione di Gesù e le figure di Giacomo, Paolo, Pietro, e John erano ancora influenze stimate, ma erano anche oggetto di intense controversie mentre la chiesa primitiva lottava con la sua identità in evoluzione.

Eusebio: la storia della Chiesa

https://amzn.to/3CJ5qGG

Include la traduzione più venduta di Maier, il commento storico su ogni libro di La storia della Chiesae dieci mappe e illustrazioni. Spesso chiamato il "Padre della storia della Chiesa", Eusebio registrava informazioni cruciali sulla vita dei discepoli di Gesù, lo sviluppo del Nuovo Testamento, la politica romana e la persecuzione dei primi cristiani.

La tradizione cristiana: una storia dello sviluppo della dottrina, vol. 1: L'emergere della tradizione cattolica (100-600) (Volume 1)

https://amzn.to/3gRB4tt

Entro l'anno 600 la dottrina cristiana aveva raggiunto quello che Jaroslav definisce un "consenso ortodosso". Gli anni dal 100 al 600 furono un periodo di grande fermento e vitalità. Questa è la storia di questo momento critico e travagliato. Pelikan si concentra sulla sottile relazione tra ciò che credevano i fedeli, ciò che insegnavano insegnanti sia ortodossi che eretici e ciò che la chiesa confessò come dogma durante i suoi primi sei secoli di crescita. 

Luca – Atti

Una teologia di Luca e Atti: il programma promesso da Dio, realizzato per tutte le nazioni (serie Teologia biblica del Nuovo Testamento)

https://amzn.to/3t4RPUJ

Questo lavoro pionieristico di Darrell Bock esplora a fondo la teologia del vangelo di Luca e del libro degli Atti. Nei suoi scritti, Luca registra la storia di Dio che opera attraverso Gesù per inaugurare una nuova era di promesse e abilitazione dello Spirito in modo che il popolo di Dio possa essere il popolo di Dio anche in mezzo a un mondo ostile. È un messaggio di cui la Chiesa ha bisogno ancora oggi. Bock copre entrambi i principali temi lucani e espone il contributo distintivo di Luca-Atti al Nuovo Testamento e al canone della Scrittura, fornendo ai lettori una comprensione approfondita e olistica della teologia lucana nel contesto più ampio della Bibbia.

Conversione in Luca-Atti: azione divina, cognizione umana e popolo di Dio

https://amzn.to/3vwQM1n

Il pentimento e la conversione sono temi chiave nell'interpretazione del Nuovo Testamento e nella vita cristiana. Tuttavia, lo studio della conversione nel cristianesimo primitivo è stato afflitto da presupposti psicologici estranei al mondo del Nuovo Testamento. Il principale studioso del Nuovo Testamento Joel Green crede che un'attenta attenzione alla narrativa di Luca-Atti richieda un significativo ripensamento sulla natura della conversione cristiana. Attingendo alle scienze cognitive ed esaminando le prove chiave in Luca-Atti, questo libro enfatizza la natura incarnata della vita umana mentre esplora la trasformazione della vita segnalata dal messaggio di conversione, offrendo una nuova lettura di un aspetto chiave della teologia del Nuovo Testamento.

La teologia carismatica di san Luca: traiettorie dall'Antico Testamento a Luca-Atti

https://amzn.to/3gRTGtw

Qual è il significato dell'attività dello Spirito Santo in Luca-Atti e quali sono le sue implicazioni per oggi? Roger Stronstad offre uno studio convincente e stimolante su Luca come teologo carismatico la cui comprensione dello Spirito è stata plasmata interamente dalla sua comprensione di Gesù e della natura della chiesa primitiva. Stronstad colloca la pneumatologia di Luca nello sfondo storico dell'ebraismo e vede Luca come un teologo indipendente che dà un contributo unico alla pneumatologia del Nuovo Testamento. Questo lavoro sfida i protestanti tradizionali a riesaminare l'impatto della Pentecoste ed esplora il ruolo dello Spirito nell'equipaggiare il popolo di Dio per il compito incompiuto della missione. La seconda edizione è stata completamente rivista e aggiornata e include una nuova prefazione di Mark Allan Powell.

Luca: storico e teologo

https://amzn.to/3gUarEf

A parte l'apostolo Paolo, Luca è probabilmente la forza più influente nel canone del Nuovo Testamento. Il suo Vangelo e gli Atti occupano quasi un terzo del Nuovo Testamento, e insieme la loro voce narrativa ci trasporta lungo un arco di oltre sessant'anni, dalla nascita di Gesù alla prigionia di Paolo a Roma. È difficile immaginare la nostra comprensione del periodo del Nuovo Testamento senza gli scritti di Luca. Per questo motivo la questione dell'attendibilità storica di Luca è stata più volte indagata. In questo studio Howard Marshall afferma l'affidabilità di Luke come storico. Ma Luke è più di uno storico. È anche un teologo che trova la sua chiave interpretativa nel grande tema della salvezza. Marshall ci fornisce una guida lucida alla teologia della salvezza di Luca così come è spiegata nella narrazione evangelica, ma sempre con un occhio al suo continuo sviluppo nell'opera complementare, gli Atti degli Apostoli. Un poscritto valuta il corso degli studi lucani nel decennio 1979-1988.

Gli Atti degli Apostoli

https://amzn.to/3nW6uRk

Scritto da uno dei maggiori studiosi del Nuovo Testamento al mondo, questo commento agli Atti degli Apostoli è stato originariamente pubblicato nel 1996. James Dunn per prima cosa guida il lettore attraverso questioni di paternità, pubblico, data, scopo e struttura letteraria. Considera quindi il tipo di scrittura storica che troviamo nella narrazione degli Atti, delinea l'insegnamento teologico del libro e offre commenti bibliografici su fonti e studi selezionati, compresi i lavori pubblicati tra il 1996 e il 2016. Questo commento nel suo insieme fornisce le informazioni e prospettiva necessaria per leggere al meglio ciò che Dunn crede sia il libro più emozionante del Nuovo Testamento.

Bibbia del Nuovo Secolo, San Luca: introduzione, versione rivista con note, indice e mappe (ristampa classica)

Versione autorizzata di Luca con ampie note e commenti (1906)

https://amzn.to/3xCEGp9

Gratuito su Internet Archive:

https://archive.org/details/stlukeintroducti42aden/page/n11/mode/2up

Iniziazione/Battesimo dello Spirito Santo

Gesù e lo Spirito: uno studio dell'esperienza religiosa e carismatica di Gesù e dei primi cristiani riflessa nel Nuovo Testamento

https://amzn.to/3e1rr9Y

In questo affascinante libro James DG Dunn esplora la natura delle esperienze religiose che erano in prima linea nel cristianesimo emergente. Dunn esamina innanzitutto l'esperienza religiosa di Gesù, concentrandosi in particolare sulla sua esperienza di Dio in termini di senso di filiazione e coscienza dello Spirito. Considera anche la questione se Gesù fosse un carismatico. Successivamente Dunn esamina le esperienze religiose delle prime comunità cristiane, in particolare le apparizioni della risurrezione, la Pentecoste, i segni ei prodigi narrati da Luca. Infine Dunn esplora le esperienze religiose che rendono Paolo così influente e che successivamente hanno plasmato il cristianesimo paolino e la vita religiosa delle sue chiese.

Battesimo nello Spirito Santo

https://amzn.to/3e3Rz3P

Questo classico, ora in edizione tascabile, introduce il lettore all'aspetto più caratteristico della teologia pentecostale: il battesimo nello Spirito Santo. James Dunn vede il battesimo in acqua come solo un elemento nel modello di conversione e iniziazione del Nuovo Testamento. Il dono dello Spirito, crede, è l'elemento centrale. Per gli scrittori del Nuovo Testamento solo coloro che ricevettero lo Spirito potevano essere chiamati cristiani. L'accoglienza dello Spirito era per loro un'esperienza molto definita e spesso drammatica – l'esperienza decisiva e climatica nella conversione-iniziazione – alla quale il cristiano era solito richiamato quando gli veniva ricordato l'inizio della sua fede e della sua esperienza cristiana. 

Iniziazione cristiana e battesimo nello Spirito Santo: seconda edizione riveduta (Michael Glazier Books)

https://amzn.to/3gPOPsN

Finora l'insegnamento sul battesimo nello Spirito Santo si è basato su alcuni testi scritturali, la cui interpretazione è stata contestata. Questo dubbio getta la sua ombra su coloro che promuovono il battesimo nello Spirito Santo.

Ora sono state trovate nuove prove nei primi autori post-biblici (Tertulliano, Ilario di Poitiers, Cirillo di Gerusalemme, Giovanni Crisostomo, Filosseno e i Siri) che dimostrano che ciò che viene chiamato battesimo nello Spirito Santo era parte integrante dell'iniziazione cristiana (battesimo , Cresima, Eucaristia). Poiché faceva parte dell'iniziazione alla Chiesa, non si trattava di pietà privata, ma di culto pubblico. Pertanto era e rimane normativo.

Popoli cristiani dello Spirito: una storia documentaria sulla spiritualità pentecostale dalla Chiesa primitiva ad oggi

https://amzn.to/3ujekqx

Tra tutti i gruppi della cristianità, il movimento pentecostale/carismatico è secondo per dimensioni solo alla Chiesa cattolica romana, con una crescita che non mostra segni di cedimento. I suoi aderenti dichiarano che il Movimento Pentecostale, iniziato in Azusa Street nel 1906, non ha precedenti nella storia cristiana dal primo secolo della Chiesa nel suo abbraccio di manifestazioni dello Spirito Santo come la guarigione divina, i miracoli e il parlare in lingue. Tuttavia, sebbene possa essere senza precedenti per dimensioni e tasso di crescita, Stanley M. Burgess sostiene che non è affatto senza precedenti nel concetto. In Christian Peoples of the Spirit, Burgess raccoglie prove documentali per duemila anni di individui e gruppi che hanno evidenziato doni spirituali, adorazione ed esperienza di tipo pentecostale/carismatico.

Il secolo dello Spirito Santo: 100 anni di rinnovamento pentecostale e carismatico, 1901-2001

https://amzn.to/3vzjTku

Una storia definitiva del movimento pentecostale e carismatico e un riferimento intrigante per le persone al di fuori del movimento, Il secolo dello Spirito Santo dettaglia la storia miracolosa della crescita pentecostale/carismatica, negli Stati Uniti e in tutto il mondo. Questo libro presenta cinque capitoli del principale storico pentecostale, Vinson Synan, con contributi aggiuntivi delle principali autorità pentecostali/carismatiche: David Barrett, David Daniels, David Edwin Harrell Jr., Peter Hocken, Sue Hyatt, Gary McGee e Ted Olsen.

Teologia / Cristologia

La dottrina della Trinità: la ferita autoinflitta dal cristianesimo

https://amzn.to/3vBdnd1

Gli autori contestano l'idea che il monoteismo biblico sia legittimamente rappresentato da una visione trinitaria di Dio e dimostrano che entro i limiti del canone della Scrittura Gesù è confessato come Messia, Figlio di Dio, ma non Dio stesso. Gli sviluppi cristologi successivi a partire dal secondo secolo travisano la dottrina biblica di Dio e Cristo alterando i termini della presentazione biblica del Padre e del Figlio. Questo fatidico sviluppo ha posto le basi di un credo riveduto e non scritturale che deve essere sfidato. È probabile che questo libro sia una presentazione definitiva di una cristologia radicata, com'era originariamente, nella Bibbia ebraica. Gli autori presentano un appello fortemente argomentato per una comprensione di Dio e di Gesù nel contesto dei documenti cristiani originali.

Restaurare il Cristo biblico: Gesù è Dio?

https://amzn.to/2QCadar

Questo libro presenta una valutazione critica della dottrina della Trinità, tracciando il suo sviluppo e indagando il background intellettuale, filosofico e teologico che ha plasmato questa influente dottrina del cristianesimo. Nonostante la centralità del pensiero trinitario nel cristianesimo, e la sua importanza come uno dei dogmi fondamentali che differenzia il cristianesimo dall'ebraismo e dall'islam, la dottrina non è completamente formulata nel canone dei testi scritturali cristiani. Invece, si è evoluto attraverso la fusione di parti selettive delle scritture con le idee filosofiche e religiose dell'antico ambiente ellenistico. Marian Hillar analizza lo sviluppo del pensiero trinitario durante gli anni formativi del cristianesimo dalle sue radici negli antichi concetti filosofici greci e nel pensiero religioso nella regione mediterranea. Identifica diverse importanti fonti del pensiero trinitario finora in gran parte ignorate dagli studiosi, inclusi gli scritti filosofici greco-platonici di Numenio e gli scritti metafisici egiziani e monumenti che rappresentano la divinità come entità trina.

Cristo prima dei credi: riscoprire il Gesù della storia

https://amzn.to/3naoyZr

La maggior parte dei cristiani non è consapevole di quanto sia diversa la loro visione del mondo occidentale da coloro che hanno scritto i resoconti originali della vita di Gesù. Il pastore Jeff Deuble lancia un chiaro appello a dare la priorità alla testimonianza biblica rispetto ai successivi credi della chiesa che sono stati influenzati dal pensiero filosofico greco, in modo da riscoprire il cristianesimo semplice e ordinato.

Presentando meticolosamente informazioni da fonti bibliche, storiche, ebraiche e cristiane su come i primi seguaci di Cristo pensavano di lui, questo libro promette nuove intuizioni e una comprensione arricchita dell'identità di Cristo. Più che informativo, Cristo prima dei credi è un invito ad approfondire l'identità di Gesù il Messia, impegnandosi con rispetto e grazia.

L'unico vero Dio: uno studio sul monoteismo biblico

https://amzn.to/3eKXyd9

La fede della Bibbia non è trinitaria ma inflessibile monoteista. Il messaggio di Dio all'umanità è una chiamata alla fede in Yahweh, l'unico e solo Dio d'Israele. Il monoteismo si radicò nella Legge e nei Profeti e fiorì nei cuori del popolo di Dio. Gesù sostenne il monoteismo biblico quando pregò suo Padre: "Questa è la vita eterna: che conoscano te, il solo vero Dio, e colui che hai mandato, Gesù Cristo". In questo studio del monoteismo biblico e delle rivendicazioni del trinitarismo al monoteismo, prestiamo particolare attenzione ai testi biblici, principalmente Giovanni 1:1-18, che sono tipicamente usati per sostenere la dottrina trinitaria. Il libro termina con una nota gioiosa quando fa emergere le gloriose benedizioni per il popolo di Dio nella verità che la Parola si è fatta carne in Gesù Cristo e ha abitato in mezzo a noi.

Cos'è la Trinità?: Pensare al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo 

https://amzn.to/332xUei

Se trovi che la Trinità ti confonde, non sei solo! Cosa significa dire che Dio è “tre Persone in una sola essenza”? Esso forza significa un certo numero di cose, ed è stato inteso in diversi modi dai teologi. Ma come dovrebbero va inteso, e come si intendeva originariamente? Questo libro fa luce sulla nebbia che avvolge questo argomento, fornendoti informazioni di base sul significato e sulla storia delle idee trinitarie, in modo che tu possa vedere le varie opzioni e cercare le scritture con occhi nuovi.

Il Dio di Gesù alla luce del dogma cristiano

https://amzn.to/3tevPa8

In una fase molto precoce della storia della Chiesa, le influenze del mondo greco-romano hanno spinto con forza il Dio tradizionale dell'ebraismo attraverso un sistema di filosofia pagana. Le battaglie teologiche che seguirono produssero seri problemi per il cristianesimo e gli editti imperiali resero l'accettazione delle affermazioni filosofiche su Dio una questione di vita o di morte. In The God of Jesus in Light of Christian Dogma, Chandler intraprende un'indagine dinamica sulla storia dello sviluppo della teologia ortodossa e sul suo impatto sulle interpretazioni popolari del Nuovo Testamento. Presentata in due parti, la prima offre una panoramica dell'influenza ellenica sulla fede paleocristiana, mentre la seconda rivisita l'interpretazione biblica. Scrivendo sia per lo studente cristiano dedicato che per il pubblico interessato, Chandler fa appello coraggiosamente sia alla storia antica che alla moderna borsa di studio per informarci sulle origini delle nostre tradizioni più sacre e sfida il lettore a confrontare queste idee con le parole di Gesù.

Un Dio e un Signore: Riconsiderare la pietra angolare della fede cristiana

https://amzn.to/3vxdG8L

Costruendo un caso impressionante e convincente per l'unità della testimonianza biblica riguardo alla vera umanità di Gesù, "l'ultimo Adamo", gli autori rivelano il significato profondo dei due aspetti della sua venuta: sofferenza e gloria. Cercano una visione di Cristo che permetta un apprezzamento totale della sua incrollabile obbedienza a Dio di fronte alla tentazione, alla sofferenza e persino a una morte umiliante. Rivendicato dalla sua risurrezione, è entrato nella gloria e ora siede in una posizione di uguaglianza funzionale con Dio, analoga alla relazione di Giuseppe e Faraone nel Libro della Genesi. Poiché il Vangelo di Giovanni è spesso isolato e ingrandito per stabilire e rafforzare la cristologia ortodossa, gli autori esplorano in profondità la rappresentazione unica di Cristo nel "Quarto Vangelo". Riescono a collocare armonicamente e comprensibilmente la testimonianza di Giovanni ai margini del ritratto profetico del Messia. 

Dio e Gesù; Esplorare la distinzione biblica

https://amzn.to/3hXk7P3

Scritto da un ex credente dell'unità (modalista), Joel W. Hemphill, per illustrare i passaggi del 760 NT che fanno la distinzione tra Dio e Gesù. Questi passaggi sono scritti nell'ordine in cui appaiono nella Sacra Scrittura. Dopo 50 anni come ministro pentecostale dell'Unità, Joel Hemphill è giunto alla conclusione che non solo la Dottrina della Trinità non è scritturale, ma che anche la moderna dottrina dell'Unità è carente. Mentre il fratello Hemphill si attiene ancora al messaggio apostolico del nome di Gesù, è giunto alla conclusione che gli apostolici del nome di Gesù nel Libro degli Atti non stavano proclamando la visione dell'Unità post-biblica di Dio.

Articoli riguardanti la dottrina dell'unità (modalismo) da ex credenti dell'unità: https://www.21stcr.org/subjects/oneness-pentecostalism/oneness-pentecostalism-articles/

Dal Logos alla Trinità: l'evoluzione delle credenze religiose da Pitagora a Tertulliano

https://amzn.to/3e7eQ5d

Questo libro presenta una valutazione critica della dottrina della Trinità, tracciando il suo sviluppo e indagando il background intellettuale, filosofico e teologico che ha plasmato questa influente dottrina del cristianesimo. Nonostante la centralità del pensiero trinitario nel cristianesimo, e la sua importanza come uno dei dogmi fondamentali che differenzia il cristianesimo dall'ebraismo e dall'islam, la dottrina non è completamente formulata nel canone dei testi scritturali cristiani. Invece, si è evoluto attraverso la fusione di parti selettive delle scritture con le idee filosofiche e religiose dell'antico ambiente ellenistico. Marian Hillar analizza lo sviluppo del pensiero trinitario durante gli anni formativi del cristianesimo dalle sue radici negli antichi concetti filosofici greci e nel pensiero religioso nella regione mediterranea. Identifica diverse importanti fonti del pensiero trinitario finora in gran parte ignorate dagli studiosi, inclusi gli scritti filosofici greco-platonici di Numenio e gli scritti metafisici egiziani e monumenti che rappresentano la divinità come entità trina.

Gli Unitari: una breve storia

https://amzn.to/3t6u4LV

Questa breve storia dell'Unitarismo esplora in modo conciso le origini e il progresso di una tradizione religiosa liberale mondiale impegnata nei principi di libertà, ragione e tolleranza. Gli unitari hanno esercitato un'influenza sproporzionata rispetto al loro status di minoranza. Attraverso la loro agenzia, la Polonia e la Transilvania godettero di periodi di tolleranza religiosa. In Gran Bretagna, come pionieri della prima istruzione superiore moderna nelle Accademie dissenzienti, hanno applicato il ragionamento illuminista allo studio della religione, della scienza e delle discipline umanistiche. Negli Stati Uniti, hanno guidato il movimento trascendentalista, la prima grande fioritura della cultura intellettuale americana. Questo libro ripercorre la storia delle denominazioni Unitarie (e Unitarie Universaliste) separate ma correlate in Europa, Gran Bretagna e Stati Uniti, e tocca i nuovi gruppi che sono sorti, o sono in procinto di emergere, altrove nel mondo. .

Islam

All'ombra della spada: la nascita dell'Islam e l'ascesa dell'impero arabo globale

https://amzn.to/2PDFHfL

L'evoluzione dell'impero arabo è una delle narrazioni supreme della storia antica, una storia straordinariamente ricca di drammi, personaggi e conquiste. In questa storia emozionante e travolgente - la terza nella sua trilogia di libri sul mondo antico - l'Olanda descrive come gli arabi emersero per ritagliarsi un dominio incredibilmente vasto nel giro di decenni, superando probabilità apparentemente insuperabili per creare una civiltà imperiale di cui aspetti resistere fino ai giorni nostri. L'Olanda, profondamente legata agli eventi più importanti del nostro tempo, lega l'emozionante storia dell'ascesa dell'Islam alle crisi e alle controversie del presente.

Il Corano e la Bibbia: testo e commento

https://amzn.to/3u9Hs3k

Il noto studioso religioso Gabriel Said Reynolds attinge a secoli di studi coranici e biblici per offrire un commento rigoroso e rivelatore su come questi libri sacri siano intrinsecamente collegati. Reynolds dimostra come personaggi, immagini e dispositivi letterari ebraici e cristiani abbiano un posto di rilievo nel Corano, comprese le storie di angeli che si inchinano davanti ad Adamo e di Gesù che parla da bambino. Questo importante contributo agli studi religiosi presenta una traduzione completa del Corano insieme a brani tratti dai testi ebraici e cristiani. Offre una chiara analisi dei dibattiti all'interno delle comunità di studiosi religiosi riguardo al rapporto di queste scritture, fornendo una nuova lente attraverso la quale vedere i potenti legami che legano queste tre grandi religioni.

Studi coranici: fonti e metodi di interpretazione delle Scritture

https://amzn.to/3bayImb

Uno dei pensatori più innovativi nel campo degli studi islamici è stato John Wansbrough (1928-2002), professore di studi semitici e pro-direttore della School of Oriental and African Studies della London University. Criticando i resoconti tradizionali delle origini dell'Islam come storicamente inaffidabili e fortemente influenzati dal dogma religioso, Wansbrough ha suggerito interpretazioni radicalmente nuove molto diverse dalle opinioni sia dell'ortodossia musulmana che della maggior parte degli studiosi occidentali. Pubblicato originariamente nel 1977, Quranic Studies presenta un in- esegesi testuale approfondita del Corano basata sull'analisi della forma. Notando l'uso persistente di immagini monoteiste derivanti da fonti giudeo-cristiane, ha interpretato l'ascesa dell'Islam come lo sviluppo di quella che era originariamente una setta giudeo-cristiana. Quando questa setta si è evoluta e si è differenziata dalle sue radici giudaico-cristiane, anche il Corano si è evoluto ed è stato in continuo mutamento per oltre un secolo. Wansbrough concluse che la canonizzazione del testo che oggi chiamiamo Corano, e persino l'emergere del concetto di "Islam", probabilmente non avvennero fino alla fine dell'VIII secolo, più di 150 anni dopo la morte di Maometto.

Musulmani: le loro credenze e pratiche religiose (Biblioteca delle credenze e pratiche religiose)

https://amzn.to/3eKlXzt

Musulmani: le loro credenze e pratiche religiose offre una panoramica della storia e del pensiero islamico dal periodo formativo della religione al periodo contemporaneo. Esamina gli elementi unici che si sono combinati per formare l'Islam, in particolare il Corano e le percezioni del profeta Muḥammad, e traccia i modi in cui queste idee hanno interagito per influenzare il percorso dell'Islam fino al presente. Combinando i materiali di base con la copertura della borsa di studio attuale e dei recenti eventi nel mondo islamico, Bernheimer e Rippin introducono questa religione estremamente significativa, comprese le visioni alternative dell'Islam che si trovano nello sciismo e nel sufismo, in modo succinto, stimolante e rinfrescante. La quinta edizione, migliorata ed ampliata, viene aggiornata completamente e include nuove caselle di testo.

La prima dinastia dell'Islam: il califfato omayyade 661-750 d.C

https://amzn.to/3nzY0yM

Il libro di Gerald Hawting è stato a lungo riconosciuto come l'indagine introduttiva standard di questo periodo complesso della storia araba e islamica. Ora è di nuovo disponibile, con l'aggiunta di una nuova introduzione dell'autore che esamina i recenti contributi significativi alla borsa di studio nel campo. Sicuramente sarà accolto favorevolmente da studenti e accademici.

Vedere l'Islam come lo videro gli altri: un'indagine e una valutazione degli scritti cristiani, ebraici e zoroastriani sull'Islam primitivo

https://amzn.to/3eEj82Y

Questo libro offre un nuovo approccio alla fastidiosa questione di come scrivere la prima storia dell'Islam. La prima parte discute la natura del materiale di origine musulmano e non musulmano per il Medio Oriente del VII e VIII secolo e sostiene che riducendo il divario tra queste due tradizioni, che è stato in gran parte eretto dalla moderna borsa di studio, possiamo arrivare a un migliore apprezzamento di questo periodo cruciale. La seconda parte fornisce una rassegna dettagliata delle fonti e un'analisi di circa 120 testi non musulmani, che forniscono informazioni sul primo secolo e mezzo dell'Islam (circa 620-780 dC). La terza parte fornisce esempi, secondo l'approccio suggerito nella prima parte e con il materiale presentato nella seconda parte, come si potrebbe scrivere la storia di questo tempo. La quarta parte assume la forma di excursus su vari argomenti, come il processo di islamizzazione, il fenomeno della conversione all'Islam, lo sviluppo di tecniche per determinare la direzione della preghiera e la conquista dell'Egitto.

Il commercio meccano e l'ascesa dell'Islam

https://amzn.to/3uccAz5

Patricia Crone rivaluta uno dei dogmi più ampiamente accettati nei resoconti contemporanei degli inizi dell'Islam, la supposizione che la Mecca fosse un centro commerciale fiorente sull'esportazione di spezie aromatiche nel Mediterraneo. Sottolineando che l'opinione convenzionale si basa su resoconti classici del commercio tra l'Arabia meridionale e il Mediterraneo circa 600 anni prima dell'età di Maometto, il dott. Crone sostiene che la rotta terrestre descritta in questi documenti fosse di breve durata e che i musulmani le fonti non fanno menzione di tali beni. Oltre a cambiare la nostra visione del ruolo del commercio, l'autore riesamina le prove dello status religioso della Mecca preislamica e cerca di chiarire la natura delle fonti su cui dovremmo ricostruire il nostro quadro della nascita della nuova religione in Arabia. Patricia Crone è professore di storia islamica presso l'Institute for Advanced Study di Princeton.

Crossroads to Islam: Le origini della religione araba e dello stato arabo (studi islamici)

https://amzn.to/3vyCPA1

L'archeologo Yehuda D. Nevo e la ricercatrice Judith Koren presentano una teoria rivoluzionaria sulle origini e lo sviluppo dello stato e della religione islamici. Mentre la maggior parte delle opere su questo argomento trae la propria visione della storia di questo periodo dalla letteratura musulmana, Crossroads to Islam esamina anche importanti tipi di prove finora trascurate: la letteratura della popolazione locale (cristiana), gli scavi archeologici, la numismatica e soprattutto la roccia iscrizioni. Queste analisi gettano le basi per una visione radicale dello sviluppo dell'Islam. Secondo Nevo e Koren, l'evidenza suggerisce che gli arabi erano in realtà pagani quando assunsero il potere nelle regioni precedentemente governate dall'impero bizantino. Sostengono che gli arabi presero il controllo quasi senza lottare, perché Bisanzio si era effettivamente ritirata dall'area molto prima. Dopo aver stabilito il controllo, la nuova élite araba adottò un semplice monoteismo influenzato dal giudeo-cristianesimo, che incontrarono nei territori di nuova acquisizione, e lo sviluppò gradualmente nella religione araba. Questo processo non fu completato fino alla metà dell'VIII secolo. Questa interpretazione delle prove corrobora il punto di vista di altri studiosi, i quali su basi diverse propongono che l'Islam e la versione canonizzata del Corano siano stati preceduti da un lungo periodo di sviluppo.

Archivio di libri che possono essere visualizzati gratuitamente