Comprendere le varianti del Nuovo Testamento
Comprendere le varianti del Nuovo Testamento

Comprendere le varianti del Nuovo Testamento

Risorsa consigliata: Il Nuovo Testamento completo

Clontz, TE e J. Clontz, eds.

https://amzn.to/2Rcl1vE

Creato appositamente per gli studi biblici. Una delle caratteristiche principali è che in fondo a ogni pagina sono fornite note in riferimento a varianti dei testi greci generalmente classificate in due gruppi: Il gruppo "alessandrino" rappresenta i più antichi manoscritti sopravvissuti. Il gruppo “bizantino” rappresenta la maggioranza dei manoscritti. Mostra anche varianti minori. Inoltre in fondo a ogni pagina c'è un apparato testuale parallelo che presenta le scelte testuali di 20 versioni bibliche per ogni versetto del Nuovo Testamento. Sebbene tradotta da una prospettiva trinitaria, questa traduzione utilizza il Testo critico (NA-27) come testo di partenza il 100% delle volte ed è anche altamente leggibile. (c) Cornerstone Publishing, 2008, ISBN 9780977873715

Nomenclatura delle varianti

"Sebbene la 27a edizione di Nestle-Aland Novum Testamentum Graece 1993 non sia interamente un testo "alessandrino", è l'edizione più rispettata in generale accordo con quella famiglia testuale e "Alx" è un'abbreviazione conveniente da usare per questa edizione. 

Il Testo Patriarcale del 1904, invece; è l'edizione più rispettata nella tradizione “bizantina”, ed è segnalata con la sigla “Byz”. 

Né il Nestlé-Aland né il Testo Patriarcale possono rappresentare l'intero spettro di letture disponibili in queste due famiglie testuali e in altri gruppi minoritari. Le letture maggioritarie che differiscono dal Testo Patriarcale sono elencate sotto l'abbreviazione "Maggiore". Le letture minoritarie di tutti i gruppi testuali - alessandrino, bizantino, "occidentale", F1, F13 e altro - sono elencate sotto l'abbreviazione "minore". 

Le letture non provenienti da fonti greche sono elencate con l'abbreviazione "Alt". Queste letture potrebbero provenire dal latino, dal siriaco, dal copto o da altre fonti antiche”. (ii)

  • Alx – Nestlé-Aland 27a edizione latino, siriaco, copto o altre fonti antiche in generale accordo con i primi manoscritti “alessandrini” (ma non del tutto). Il gruppo “alessandrino” rappresenta i più antichi manoscritti sopravvissuti.
  • Byz – Il Testo Patriarcale del 1904, edizione rispettata nel Tradizione “bizantina”. Il gruppo “bizantino” rappresenta la maggior parte dei manoscritti di tutti i secoli.
  • Major – Letture maggioritarie che differiscono dal Testo Patriarcale
  • Minore - Letture di minoranza da tutti i gruppi testuali: alessandrino, bizantino, "occidentale", F1, F13 e altro
  • Alt – latino, siriaco, copto o altre fonti antiche